Renzi, deciso G7 in Sicilia dopo parole stupide di un leader

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Dovevamo fare il G7 in una città tra Barberina del Mugello e Incisa Valdarno, a me cara. Avevamo già organizzato tutto quando in un vertice internazionale un autorevole leader ha fatto una battuta particolarmente stupida, tipica dei pregiudizi che subiamo come Sicilia e come Italia. Ha detto che la Sicilia è terra della mafia e io ho detto che prima di parlare della Sicilia quella persona avrebbe dovuto studiare.
    In quel momento ho deciso che si sarebbe dovuto fare il G7 in Sicilia e non a Firenze". Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Palermo, dopo aver svelato su Twitter il logo del G7 a Taormina.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere