Teatro: Variazioni Mozart, apre 49esima stagione al Libero

In scena 'compagnia dei Furbi di Barcelona', regia di Gemma Beltran

(ANSA) - PALERMO, 17 OTT - Sarà "Variazioni Mozart" della pluripremiata 'compagnia dei Furbi di Barcelona', per la regia di Gemma Beltran ad aprire al Teatro Libero di Palermo la quarantanovesima stagione internazionale 2016/2017. Il debutto sarà giovedì 27 ottobre alle ore 21.15 (repliche sino a sabato 29 ottobre). In scena gli attori Queralt Albinyana, Anna Herebia, David Marcè, Jordi Llordella e Lloren González; musiche di Paco Viciana, direzione vocale di David Costa e Armando Grebol; luci di David Bofarull. Lo spettacolo, realizzato grazie alla collaborazione con l'Institut Ramon Llull, l'Inaem e l'Instituto Cervantes di Palermo, rientra tra i quattro appuntamenti internazionali del variegato cartellone del Teatro Libero, che vedrà coinvolti artisti portoghesi, francesi e svizzeri. Tra i sedici titoli in programma, si prevedono spettacoli di danza, progetti di physical theatre, circo contemporaneo, nuove produzioni, riprese e ospitalità, con un particolare riguardo per la drammaturgia contemporanea e la rivisitazione dei classici.
    Variazioni Mozart, sotto la direzione di Gemma Beltran, permette alla Compagnia Dei Furbi di continuare la propria ricerca su di un linguaggio scenico e poetico, lirico e figurativo, capace di combinare teatro, musica e danza per unire in modo nuovo il genio di Mozart e Da Ponte. "Abbiamo scelto un tono volutamente comico e allo stesso tempo profondamente umano, per farci promotori di tematiche - affermano gli autori - ancora oggi attuali e irrisolte, quali la fragilità della condizione umana e delle sue relazioni amorose, e la mercificazione dell'essere umano, soprattutto delle figure femminili precisa la Beltran. La famosa trilogia operistica, scritta a ridosso della rivoluzione francese, si leva a critica della particolare disumanizzazione provocata dall'uso e dall'abuso dei privilegi dell'aristocrazia, offrendosi come valido strumento di riflessione sulla situazione odierna". I personaggi si agitano sul filo della commedia e della tragedia, dalle 'Le nozze di Figaro', al seducente 'Don Giovanni' a 'Così fan tutte', rivolgendosi allo spettatore come presenze portatrici di valori immutati. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere