Spara contro migrante a Palermo, fermato

Raid punitivo tra la folla. Questore, non è movente razziale

(ANSA) - PALERMO, 4 APR - La Polizia di Stato ha fatto luce su un raid punitivo nei confronti di tre giovani migranti del Gambia avvenuto sabato pomeriggio in pieno centro a Palermo. Uno di loro, Yusupha Susso, 21 anni, raggiunto alla testa da un colpo di pistola, è ricoverato in coma farmacologico. L'autore del ferimento, Emanuele Rubino, 28 anni, è stato fermato con l'accusa di tentativo d'omicidio. Secondo la ricostruzione degli investigatori tutto sarebbe nato da un diverbio tra un gruppo di giovani che abitano nel rione Ballarò e i tre migranti. Gli extracomunitari avrebbero tentato di ribellarsi a un'aggressione originata da futili motivi. A questo punto sarebbe scattato il raid punitivo. La scena, avvenuta nella centrale via Maqueda affollata di passanti, è stata ripresa da alcune telecamere. Il questore di Palermo, Guido Longo, nel corso di una conferenza stampa ha sottolineato che "non c'è nessun movente di tipo razziale dietro l'aggressione ma solo la volontà di Rubino di imporre il suo dominio sul territorio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere