Mafia: Bindi, meno omicidi ma più capacità di penetrazione

(ANSA) - MESSINA, 21 MAR - "Ciascuna di queste vittime ha seminato dolore, ma soprattutto speranza e siamo qui a raccoglierla". Così il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, a margine della manifestazione nazionale per la XXI Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti della mafia, organizzata dall'associazione Libera a Messina.
    "La mafia - prosegue Bindi - ha cambiato strategia, uccide meno ma è più capace di penetrare dissimulando la sua illegalità dentro il mondo legale. In questo modo aggredisce la nostra vita sociale essendo forse la fonte principale di diseguaglianza e cattiva crescita e come tale va combattuta. Senza mai sottovalutare la riserva di violenza che continua a esercitare.
    La sua forza oggi sta nel trovare consenso e alleanze nella nostra società. Ricordare che la mafia uccide e usa violenza significa ricordare che fa sempre del male".
    "Messina, come tante altre terre di mafia, ci ha regalato grandi testimonianze. Vorrei che questa giornata fosse dedicata a quel volto grande del nostro Paese che ha detto di no e continua a dire di no e che qualche volta ha pagato con la vita.
    L'Italia - conclude - è la terra delle mafie ma anche della lotta alle mafie che dà grandi risultati". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere