Mafia:Giambalvo.Si dimettono consiglieri

Dopo caso consigliere che apprezzava boss Messina Denaro

(ANSA) - CASTELVETRANO (TRAPANI), 8 MAR - Dopo il caso Giambalvo il consiglio comunale di Castelvetrano va verso l'autoscioglimento dopo le preannunciate dimissioni, nella tarda serata di ieri, da parte dei consiglieri comunali di maggioranza che si erano già autosospesi sabato scorso e che aderiscono a Ncd-Area Popolare e Udc-Area popolare e di un consigliere indipendente. Le dimissioni arrivano anche per ''togliere dall'imbarazzo mediatico la città - si legge in un passaggio della nota diffusa - che con questo gesto dimostriamo concretamente di amare''. Giambalvo, che non ha voluto raccogliere l'invito a dimettersi, era stato arrestato nel novembre 2014 dai carabinieri nell'ambito dell'operazione antimafia "Eden II" perchè considerato tra i fiancheggiatori del latitante Matteo Messina Denaro, era stato assolto nel mese di dicembre 2015 e tornato in libertà, dopo 13 mesi di carcere, era stato reintegrato nel suo ruolo di consigliere comunale lo scorso 25 gennaio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne