Dna, cattura Messina Denaro è priorità

''Sarebbe danno enorme per Cosa nostra''

(ANSA) - PALERMO, 2 MAR - "Matteo Messina Denaro, storico latitante, capo indiscusso delle famiglie mafiose del trapanese, estende la propria influenza ben al di là dei territori indicati. Il suo arresto non può che costituire una priorità assoluta". Lo dice la Direzione nazionale antimafia nella sua annuale relazione. La Dna ritiene che, "nella situazione di difficoltà di Cosa Nostra, il venir meno anche di questo punto di riferimento, potrebbe costituire, anche in termini simbolici, così importanti in questi luoghi, un danno enorme per l'organizzazione". In questo contesto "la cattura della totalità dei grandi latitanti di mafia palermitani - si legge nella relazione - ha certo costituito un segnale fortissimo della capacità dello Stato di opporsi a Cosa nostra demolendo il luogo comune della impunibilità di alcuni mafiosi e la conseguente loro autorevolezza e prestigio criminale; in ciò risiede la speciale importanza, a Palermo e in tutta la Sicilia occidentale, di tale attività investigativa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere