Zamparini, Schelotto voleva il Boca

Per presidente, Mijatovic e Lemic vittime del tecnico

(ANSA) - PALERMO, 26 FEB - ""Mi sono infuriato con Lemic e Mijatovic perché pensavo fossero artefici dell'allontanamento di Schelotto ma in realtà erano anche loro vittime". Lo ha detto il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, oggi a Palermo, spiegando quello che è successo qualche settimana fa con l'addio del tecnico Giullermo Barros Schelotto, portato in Sicilia proprio dai due consiglieri del patron.
    "Schelotto è andato via - ha proseguito - perché gli erano arrivate voci dall'Argentina che lo volevano al Boca ma la domenica dopo loro hanno vinto e lui è rimasto senza panchina.
    Per me è stato un danno incalcolabile".
    Adesso tocca di nuovo a Beppe Iachi, a cui il presidente ribadisce la fiducia. "Io ho sempre voluto bene a Iachini - ha spiegato - spero che me ne voglia anche lui. Quando l'ho esonerato aveva fatto la media di 0,5 punti a partita.
    Nell'ultima con il Chievo aveva vinto per 1-0 con grande fortuna. Alle volte questa serve ma avevo preso una decisione con la matematica".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere