Comuni: Palermo; Raimondo e La Piana, ecco perchè lasciamo

(ANSA) - PALERMO, 15 FEB - "Ho percepito la mia insufficienza a poter stare dietro a una serie di problematiche del settore che mi è stato affidato; la vicenda dei diritti degli animali mi ha creato qualche disagio e ho chiesto al sindaco di disimpegnarmi". L'ha detto l'ex assessore al Verde Francesco Maria Raimondo in conferenza stampa a Palermo, spiegando le ragioni che l'hanno indotto a rimettere la delega nelle mani del sindaco che ha varato il suo Orlando ter. A lasciare anche l'ex vicesindaco Cesare Lapiana, che ai cronisti ha motivato la scelta dicendo: "ogni cosa ha un inizio e una fine". "Qualche mese fa avevo detto al sindaco di considerare, passata la fese d'emergenza di considerare la mia presenza finita - ha aggiunto - Ho lavorato quattro anni con tredici colleghi eccezionali, ho lavorato con presidenti di aziende partecipate che hanno capito benissimo la logica della cabina di regia. Dopo due anni queste aziende comunali sono in pareggio; sono stati salvati 4.700 posti di lavoro considerando anche lavoratori di Aps, siamo riusciti a fare sport". "Posso lavorare per la città e il nuovo sindaco se sono libero dalla burocrazia" ha concluso. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere