Truffavano anziani con incidenti auto

Indagini Gdf di Messina a carico di due persone e loro familiari

(ANSA) - MESSINA, 11 FEB - Sequestrati beni per oltre 1,7 milioni a due persone accusate di truffa ed estorsione nei confronti di anziani. L'operazione è stata condotta dalla Guardia di finanza di Messina, coadiuvata dalle Fiamme gialle di Siracusa. Le indagini patrimoniali sono state effettuate con il coordinamento del pm di Messina, Annalisa Arena, nei confronti di Antonino Fiaschè, 41 anni, originario di Palermo; Pamela Boscarino, 29 anni, di Siracusa, e dei loro nuclei familiari, che risultavano nullatenenti. L'organizzazione governata dai due era costituita da un gruppo di rom, con base nel Siracusano, che operava in tutt'Italia. La truffa consisteva nel provocare incidenti stradali facendo credere alle vittime che oltre a danni visibili si era verificata anche la rottura del vetro di un orologio di pregio. Gli organizzatori dell'incidente chiamavano i complici, dipendenti di una fantomatica compagnia assicuratrice, i quali invitavano le vittime a pagare ben 4 mila euro per l'extra, cioè il solito "orologio di valore".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne