Nuovo vice capo Polizia, è Luigi Savina

Attuale questore Milano, arrestò boss Brusca e Alghieri

(ANSA) - ROMA, 11 FEB - Nato a Chieti nel 1954, entrato in Polizia nel 1980, Luigi Savina, nuovo vice capo della Polizia, nominato dal consiglio dei ministri ieri sera, da dirigente della squadra mobile di Palermo fu autore della cattura dei boss del calibro di Antonino Madonia, Michelangelo La Barbera, Vincenzo, Giovanni Brusca e Pietro Aglieri. Laureato in Giurisprudenza inizia la sua carriera alla questura di Venezia come dirigente della sezione omicidi. Dal '91 al '93 dirige la squadra mobile della questura di Pescara e dal '93 al '94 lavora presso il servizio centrale operativo del Dipartimento di Ps a Roma. Arriva a Palermo nel '94 dove rimarrà fino al '97 per passare poi a Napoli. Dopo un breve ritorno alla questura di Pescara, nel 2000 viene nominato capo del contingente della Polizia italiana in Albania. Nel 2004 diventa questore di Terni, nel 2006 di Ferrara, nel 2008 di Padova, nel 2011 di Cagliari e nel 2012 questore di Milano dove era attualmente. Nel 2002 ha pubblicato un libro sull'interrogatorio nei reati violenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere