Agricoltore ucciso,fermati padre e figli

Omicidio per una lite sull'utilizzo di una trazzera

(ANSA) - VITTORIA (RAGUSA), 2 FEB - Il sostituto procuratore Valentina Botti ha firmato il decreto di fermo indiziario di delitto per Gaetano Pepi, 70 anni, e i suoi tre figli Alessandro, Antonio e Marco per il delitto dell'imprenditore agricolo di Vittoria Giuseppe Dezio, 64 anni. Sono accusati di omicidio volontario in concorso. Al termine degli interrogatori i quattro non avrebbero confermato la stessa versione dei fatti e si sarebbero rimpallati le responsabilità, così il pm ha deciso il fermo. Alla base dell'omicidio, una lite per l'utilizzo di una servitù in una trazzera interpoderale che Dezio avrebbe chiuso nei giorni scorsi ai Pepi, non permettendo loro di raggiungere facilmente le serre di proprietà. Il padre e i tre figli sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa, in attesa dell'interrogatorio di garanzia davanti al Gip.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne