Tenta uxoricidio con padella, arrestato

Colpita a viso e testa, manico spezzato usato come arma da punta

(ANSA) - POZZALLO (RAGUSA), 26 GEN - Al culmine di una lite scaturiti da motivi legata alla loro separazione ha colpito violentemente alla testa e al volto la moglie con una padella in acciaio. Così forte che il manico si è spezzato e lo ha usato a mo' di arma da punta colpendo la donna al torace. E' l'accusa contestata a un siracusano di 41 anni che è stato arrestato da carabinieri a Pozzallo per tentativo di omicidio. La vittima, una catanese di 43 anni, è ricoverata nel reparto di chirurgia generale dell'ospedale Maggiore di Modica per trauma cranico con profonde ferite, trauma toracico-addominale con ferite penetranti da punta all'emitorace posteriore destro e frattura scomposta di un dito della mano destra. La prognosi è di 30 giorni, salvo complicazioni. Il marito si è presentato nella caserma dei carabinieri, accompagnato dall'avvocato di fiducia, ed ha ammesso le proprie responsabilità. Il sostituto procuratore di Ragusa, Monica Monego, ne ha disposto l'arresto per tentato uxoricidio e il trasferimento in carcere.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere