Pm, Messina Denaro prono a ordini Riina

"Suo coinvolgimento in stragi del '92 è una conferma"

(ANSA) - CALTANISSETTA, 23 GEN - Totò Riina, nei colloqui in carcere con il boss della Sacra corona unita Alberto Lorusso, si vantava di avere formato Matteo Messina Denaro dal punto di vista criminale. Ad affidarglielo sarebbe stato il padre, il boss Ciccio Messina Denaro. È uno dei passaggi dell'ordinanza con cui il gip di Caltanissetta ha disposto la custodia cautelare di Matteo Messina Denaro, attualmente latitante, in quanto ritenuto uno dei mandanti delle stragi di Capaci e via D'Amelio. A svelare alcuni retroscena, nella conferenza stampa alla Procura a Caltanissetta, il procuratore facente funzioni Lia Sava e l'aggiunto Gabriele Paci. Il coinvolgimento di Messina Denaro nelle stragi del '92 incarna il progetto della strategia stragista unitaria messa in atto da Cosa nostra - ha detto Sava -, il gip scrive a chiare lettere che era 'prono' e quindi completamente disposto a eseguire gli ordini di Riina, che voleva eliminare i nemici di Cosa nostra. Per questo vengono uccisi i boss Caprarotta e D'Amico".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere