Anche grill a villa Costa a Palermo

Il giardino è punto riferimento per bambini e studenti

(ANSA) - PALERMO, 22 GEN - Degrado, incuria e sporcizia: così si presenta la villa intitolata a Gaetano Costa, procuratore ucciso dalla mafia il 6 agosto 1980, in viale Lazio a Palermo.
    Panchine rotte, cestini dei rifiuti vandalizzati o inutilizzabili perchè coperti da vegetazione, cumuli di rami e foglie di palme potati a marcire nei prati, immondizia sparsa per tutta la villa, anche scheletri di ombrelli pericolosissimi per i bambini, che insieme agli studenti, hanno un punto di riferimento nel giardino al centro città per i loro momenti di svago, perfino un improvvisato grill sotto i mandarini.
    Il giardino pubblico ospita una biblioteca comunale nei locali dati anche in concessione a privati che gestiscono il bar ristorante e il giardino con un parco giochi. I cittadini che segnalano spesso la presenza di ciclomotori e di auto all'interno della villa chiedono un intervento del Comune.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne