Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Terra &Poli > Diga Campotosto verificata per terremoti di magnitudo 6.7

Diga Campotosto verificata per terremoti di magnitudo 6.7

Faglia 2009 a 300 metri da diga Campotosto

25 gennaio, 14:02
La diga di Campotosto, così come le 541 grandi dighe italiane, è progettata per resistere a terremoti fino a magnitudo 7 La diga di Campotosto, così come le 541 grandi dighe italiane, è progettata per resistere a terremoti fino a magnitudo 7


La diga di Campotosto è stata verificata per resistere almeno a scosse di magnitudo 6.7 e tutte le grandi dighe italiane sono continuamente monitorate e soggette a verifiche. Secondo l'ingegnere esperto di costruzioni idrauliche Francesco Napolitano, dell'università Sapienza di Roma, la presenza di una faglia a 300 metri dalla diga non costituisce di per se un pericolo per la struttura e ricorda che il terremoto de L'Aquila nel 2009 ha avuto una magnitudo maggiore, e con un epicentro a distanza paragonabile a quelli degli ultimi mesi.

"Dopo il terremoto del 2009 a L'Aquila - ha spiegato Napolitano - le verifiche indicarono l'esistenza di una faglia che correva a 300 metri dalla diga di Campotosto, ma si tratta di una distanza di sicurezza. Anche in caso di movimento di quella stessa faglia, la diga non correrebbe pericoli per terremoti fino a magnitudo 6.7". Tutte le dighe italiane sono infatti progettate per resistere anche ai terremoti, in base alla peculiare zona sismica in cui si trovano, e i versanti sono monitorati per evitare possibili 'effetti Vajont'.

"Ho letto in questi giorni - ha aggiunto Napolitano - che secondo alcuni colleghi non si possano escludere fagliazioni superficiali che possano interessare il corpo della diga", ossia 'diramazioni secondarie' della faglia che vadano a creare una crepa esattamente sotto la diga. "Ma su questo non si sa nulla di certo, non conosco studi a questo proposito", ha concluso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA