Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Terra &Poli > Terremoto di magnitudo 4,1 in provincia di Perugia

Terremoto di magnitudo 4,1 in provincia di Perugia

Stessa sequenza del 24 agosto, struttura diversa

02 gennaio, 12:58
La pericolosità sismica nella zona colpita dal terremoto del 2 gennaio (fonte: INGV) La pericolosità sismica nella zona colpita dal terremoto del 2 gennaio (fonte: INGV)

Il terremoto registrato alle 4,36 in provincia di Perugia è avvenuto in una zona vicina a quella della sequenza iniziata il 24 agosto 2016 in Italia centrale, ma su una struttura diversa, spostata di circa 30 chilometri a Ovest. Lo rende noto l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). L'area colpita, rileva l'Ingv, "è caratterizzata da una pericolosità sismica elevata".

Le repliche registrate fino alle 11.00 italiane sono stare 12, di magnitudo massima 2.5. I comuni più vicini all'epicentro, si legge nella nota, sono Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Spoleto e Trevi (Perugia). Il sisma è stato avvertito chiaramente in tutta la zona, come si deduce dalle mappe messe a punto dal servizio "Hai sentito il terremoto?", dell'Ingv.

Nella zona colpita in passato sono avvenuti terremoti importanti, di magnitudo intorno a 5.5, come quelli del giugno 1767 e del settembre 1878, entrambi di magnitudo stimata 5.4 e avvenuti in prossimità dell'epicentro del sisma di oggi. Fra i terremoti più recenti l'Ingv ricorda quello del maggio 1997 a Massa Martana, di magnitudo 4.6 e il cui epicentro si trovava a circa 15 chilometri a Ovest rispetto al terremoto di oggi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA