Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Energia > Costruite le prime batterie di carta, sono alimentate da batteri

Costruite le prime batterie di carta, sono alimentate da batteri

Primi passi per 'papertronics', l'elettronica basata sulla carta

29 dicembre, 18:43
Costruite prime batterie di carta, alimentate da batteri (fonte: Seokheun) Costruite prime batterie di carta, alimentate da batteri (fonte: Seokheun)

Potrebbe bastare qualche risma di carta in futuro per ricaricare un telefono: sono nate infatti le prime batterie di carta. Sono economiche, poco inquinanti e ad alimentarle ci pensano i batteri. Sono ancora sperimentali ma rappresentano i primi passi di quella che è stata battezzata 'papertronics', una nuova elettronica basata sulla carta. La nuova tecnologia sarà presentata al pubblico del convegno internazionale di Microelettronica in programma a gennaio a Las Vegas dall'ideatore Seokheun Choi, dell'università Binghamton di New York.

Sembrano normali fogli di carta
Si presentano come dei normalissimi fogli di carta colorata e piegati in più parti ma i sottili disegni sono in realtà particolari reticoli che trasformano i fogli in vere e proprie batterie. A fornire l'energia sono piccole gocce di acqua in cui sono presenti batteri la cui 'respirazione' produce un passaggio di corrente elettrica nei fogli. Per ora i fogli non possono avere nessuno uso pratico, ognuno produce infatti appena 31 microwatt e per accendere una lampadina da 40 watt servirebbero milioni di pagine A4 ma potrebbe essere uno dei primi passi della cosiddetta papertronics. 

Grandi limiti ma i ricercatori sono fiduciosi
Nonostante i grandi limiti dei primi prototipi i ricercatori si dicono fiduciosi di poter presto migliorare il quantitativo di energia accumulabile in queste batterie il cui punto di forza è l'uso di materiali facilmente reperibili e che i batteri possono essere alimentati con semplici scarti alimentari. 

Molti studi sull'uso della carta in campo elettronico
In questi anni sono in molti gli studi che stanno puntando sull'uso della carta in campo elettronico, ad esempio i primi microchip fatti di carta (senza uso del silicio), tanto da aver spinto la Commisione Europea ad aprire un bando di finanziamenti per ricerche in un settore che potrebbe trovare molte applicazioni ad esempio nell'etichettatura degli alimenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA