Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Tecnologie > Primo test in citta' per la casa del futuro 'Biosphera 2.0'

Primo test in citta' per la casa del futuro 'Biosphera 2.0'

A Milano per provare tecnologie contro smog e rumore

25 maggio, 17:54
La casa del futuro, Biosphera 2.0 (fonte: Coblanco Film&Communication) La casa del futuro, Biosphera 2.0 (fonte: Coblanco Film&Communication)

La casa del futuro 'Biosphera 2.0' fa tappa a Milano per mettere alla prova le sue tecnologie anti-smog e anti-rumore. I primi due 'ospiti' entreranno lunedi' 30 maggio nel modulo abitativo di 25 metri quadri installato ai giardini Indro Montanelli: come in un reality, vivranno nella casa per tre giorni, seguiti (solo nella zona giorno) da una videocamera. Studiati come cavie per valutare il benessere psicofisico provato all'interno della struttura, racconteranno in prima persona la loro esperienza con post, fotografie e mini video che saranno pubblicati sul blog del progetto.

''Dopo Courmayeur e Aosta, dove Biosphera ha dimostrato le sue capacita' di resistenza al freddo, ora facciamo tappa a Milano per il primo stress test in un contesto urbano'', spiega Mirko Taglietti, coordinatore del progetto a cui partecipano il Politecnico di Torino e l'Universita' della Valle d'Aosta.

''In una grande citta' come Milano, sono due le problematiche da affrontare: il rumore e l'inquinamento atmosferico'', afferma Taglietti. ''Contro il rumore abbiamo usato materiali fonoassorbenti, come la lana di roccia che forma una schermatura spessa oltre 20 centimetri, e serramenti di ultima generazione, dei monoblocchi montati su telai speciali impermeabili all'aria che rendono la casa a tenuta stagna''. La qualita' dell'aria viene invece garantita ''da un sistema di ventilazione meccanica a impatto zero che filtra l'aria esterna e ripulisce anche quella interna senza generare rumore''.

L'efficienza di queste tecnologie sara' valutata durante il soggiorno di tre coppie di persone, che a turno abiteranno Biosphera per tre giorni. ''Abbiamo gia' attivato le centraline che valutano in tempo reale il rumore e l'inquinamento atmosferico fuori e dentro la casa'', racconta Taglietti. ''Il benessere psicofisico dei sei abitanti, invece, sara' valutato grazie a due dispositivi: una fascia cardiaca, che monitorando il battito del cuore permettera' di stimare la quantita' di inquinanti respirati, e infine un braccialetto elettronico, che valutera' lo stato emotivo misurando l'elettricita' che scorre a fior di pelle''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA