Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Tecnologie > Frati, una filiera che guarda all'industria

Frati, una filiera che guarda all'industria

Per il trasferimento tecnologico dal nanomondo al macromondo

09 febbraio, 15:54
Nanoplacchette di grafene (fonte: SNN Lab) Nanoplacchette di grafene (fonte: SNN Lab)

Una filiera completa per trasferire le tecnologie del nanomondo al macromondo: intende essere questo il Laboratorio di nanotecnologie e nanoscienze (SNN Lab) dell'università di Roma La Sapienza, uno dei cui obiettivi è supportare lo sviluppo industriale del Lazio.
''Questo nuovo centro è finalizzato alla realizzazione di prodotti tecnologici di altissimo livello - ha spiegato il rettore della Sapienza, Luigi Frati, in occasione dell'inaugurazione del laboratorio - supportando la realizzazione di una filiera produttiva completa con la collaborazione di Regione e delle piccole e medie imprese del Lazio''. Il progetto è stato realizzato interamente con fondi dell'Università e della Regione Lazio recuperando un'area di 400 metri quadrati all'interno delle strutture universitarie, grazie ad una stretta collaborazione dei dipartimenti che hanno reso possibile l'acquisto condiviso di strumentazioni di eccellenza per un costo complessivo di due milioni di euro.
''Abbiamo voluto realizzare una filiera completa che a partire dalla ricerca nanotecnologica - ha spiegato Maria Sabrina Sarto, responsabile del laboratorio - sia in grado di realizzare prodotti innovativi del mondo 'macro', dall'efficienza energetica alla sicurezza stradale''.
All'interno del nuovo laboratorio, organizzato in cinque aree funzionali, è impegnato un gruppo di 14 docenti e le strutture del laboratorio sono accessibili a singoli utenti, strutture dipartimentali, enti esterni ed imprese.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati