Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Tecnologie > Rivivere l’eruzione del Vesuvio nel primo teatro virtuale in 3D

Rivivere l’eruzione del Vesuvio nel primo teatro virtuale in 3D

Presso il Museo Archeologico di Ercolano (Mav)

18 novembre, 12:32
L’eruzione Vesuvio ricostruita nel teatro in 3D presso il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (fonte: Mav) L’eruzione Vesuvio ricostruita nel teatro in 3D presso il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (fonte: Mav)
Correlati

Video

Riapre con una nuova attrazione che fa rivivere l'eruzione del Vesuvio del 79 d.C. in un teatro in 3D, il Museo archeologico virtuale di Ercolano (Mav). Inaugurato dopo i lavori di rinnovo, il Mav lancia una installazione unica nel suo genere in Italia, grazie al 3D immersivo, ovvero non limitato allo schermo come avviene al cinema, un sofisticato impianto di multiproiezione stereoscopico su 26 metri di nastro in fibra argentata. L'installazione si basa sua sulla consulenza fornita dagli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) sia “sul racconto che fece il Plinio il Giovane dell'eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei, Ercolano e Stabia ed è il primo esempio di Teatro Virtuale realizzato in Italia, ovvero costituito da sistema di proiezione 3D immersivo fino a 220 gradi", ha spiegato Giovanni Caturano, presidente del consiglio di amministrazione dell'azienda che ha realizzato il progetto, la SpinVector.
La realtà virtuale immersiva è una tecnologia in grado di creare un senso di assorbimento e ''immersione'' sensoriale in un ambiente con immagini tridimensionali che sembrano uscire dallo schermo ed entrare nell'ambiente dove si trova lo spettatore.
Ma questa non è la sola novità del museo, a tre anni dalla nascita: sarà possibile per il pubblico accedere anche alla ricostruzione virtuale del teatro antico di Ercolano, nella realtà ancora sommerso, nei minimi dettagli. 'Herculaneum, le terme centrali' farà rivivere invece gli antichi ambienti del piacere e della cura del corpo, raccontati e descritti con una perfetta ricostruzione basata sui documenti storici e sui rilievi degli attuali resti.
Nuovi schermi olografici ospiteranno ricostruzioni virtuali delle antiche città vesuviane e di reperti. Dodici nuovi schermi multilingua 'touchscreen' accompagneranno il visitatore lungo tutto il percorso.
Il Mav è gestito dalla Fondazione Cives presieduta da Nino Daniele e costituita dal Comune di Ercolano, dalla Provincia di Napoli e dalla Regione Campania.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati