Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Nessun segnale 'alieno', molto probabile l'origine terrestre

Nessun segnale 'alieno', molto probabile l'origine terrestre

La posizione degli astronomi russi dopo il clamore sui media

31 agosto, 20:05
Una delle antenne del radiotelescopio russo Ratan-600 (fonte: Konstantin Malanchev) Una delle antenne del radiotelescopio russo Ratan-600 (fonte: Konstantin Malanchev)

Altro che extraterrestri. Il segnale 'anomalo' captato dal radiotelescopio russo Ratan-600 è ''molto probabilmente di origine terrestre''. Ad affermarlo sono gli esperti dell'Osservatorio astrofisico speciale dell'Accademia russa delle scienze (Sao-Ras), che hanno deciso di esprimere ufficialmente la loro posizione dopo il clamore suscitato sui media di tutto il mondo.

Il segnale, proveniente dalla stella HD 164595 nella costellazione di Ercole, era stato captato nel maggio del 2015, ma era stato reso noto solo recentemente a livello internazionale dall'italiano Claudio Maccone, che aveva assistito a una conferenza degli astronomi russi. La notizia, immediatamente rimbalzata sul web e rilanciata in Italia dal profilo Facebook dell'astronauta Umberto Guidoni, aveva fatto sognare gli appassionati di Ufo e fantascienza, mentre aveva lasciato perplessi gli esperti del programma Seti per la ricerca di intelligenza extraterrestre.

Ora anche gli astronomi russi cercano di riportare tutti alla realtà, affermando che ''il successivo processamento e le analisi del segnale hanno rivelato la sua origine molto probabilmente terrestre''.

''Così come per altre cose rilevate nel programma Ratan-600, è ancora troppo presto per parlare di risultati scientifici affidabili'', scrivono gli esperti russi in una nota. ''Si può dire con sicurezza che non sono ancora state trovate evidenze''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA