Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > La notte di Marte, non era così vicino da 11 anni

La notte di Marte, non era così vicino da 11 anni

L'incontro ravvicinato è avvenuto alle 23:34 (ora italiana) di lunedì 30

08 giugno, 17:10
Nella notte fra il 30 e il 31 maggio Marte alla distanza minima dalla Terra (fonte: NikoLang) Nella notte fra il 30 e il 31 maggio Marte alla distanza minima dalla Terra (fonte: NikoLang)
Correlati

Occhi e telescopi puntati su Marte ieri notte. Tra il 30 e il 31 maggio il pianeta rosso è stato vicinissimo alla Terra come non accadeva da 11 anni: i due pianeti sono stati infatti separati 'soltanto' da 75,3 milioni di chilometri.

L'incontro ravvicinato è avvenuto alle 23:34 (ora italiana) di lunedì 30, ma il momento di migliore visibilità si è avuto intorno all'una di notte di martedì. Grazie alla diretta del Virtual Telescope, trasmessa online sul Canale Scienza & Tecnica dell'Ansa a partire dalle ore 24 del 30 maggio è stato possibile seguire l'evento in diretta.

''Dopo aver raggiunto l'opposizione rispetto al Sole lo scorso 22 maggio, Marte resta il grande protagonista del cielo, dove è ben visibile per tutta la notte'', spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. ''Per apprezzare il suo disco rosso, basta puntare lo sguardo verso sud, tra le stelle della Bilancia. Per chi volesse osservare meglio la superficie di Marte, sempre elusivo e restio a mostrarsi nei particolari, sarà necessario un telescopio con almeno 100 millimetri di diametro''.


Per l'occasione, l'Agenzia spaziale europea (Esa) ha elaborato un bellissimo 'trittico' del pianeta rosso, ottenuto unendo tre 'ritratti' fatti dalla sonda europea Mars Express, dal telescopio spaziale Hubble di Nasa ed Esa, e da un astrofotografo amatoriale australiano.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA