Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Due lune contro il disco di Giove salutano aprile

Due lune contro il disco di Giove salutano aprile

Sono Europa e Io, dà spettacolo anche Mercurio

01 aprile, 10:36
Transito di Io davanti a Giove ripreso dalla sonda Cassini (fonte: NASA/JPL) Transito di Io davanti a Giove ripreso dalla sonda Cassini (fonte: NASA/JPL)

Aprile comincia in bellezza, con lo spettacolo del transito di due delle lune più affascinanti di Giove sul disco del pianeta. Le lune sono Europa, sotto la cui superficie ghiacciata si nasconde un oceano, e Io, che con i suoi vulcani è il mondo più attivo del Sistema Solare dal punto di vista geologico. “Si potranno osservare non solo i due satelliti, ma le loro ombre, che appariranno come due dischetti neri ben visibili sul disco di Giove”, osserva L’Unione Astrofili Italiana (Uai). Come indicano le tabelle pubblicate sul sito dell’associazione, sarà Io a dare inizio allo spettacolo, con l’inizio del transito alle 20,32, seguito dalla sua ombra alle 21,06. Due minuti più tardi sarà la volta di Europa; la sua ombra comincerà a transitare alle 22,18 e chiuderà lo spettacolo alle 1,05 del 2 aprile.



Sempre dal primo aprile torna ad essere ben visibile nel cielo serale la Stazione Spaziale Internazionale. La Uai pubblica le tabelle con gli orari nei quali si potrà osservare il passaggio della casa-laboratorio tra le stelle, ben visibile fino al 10 aprile.

I pianeti saranno i protagonisti del cielo anche in aprile. Giove sarà osservabile per tutto il mese e “chi ha a disposizione un telescopio – rilevano gli astrofili della Uai - può fare delle osservazioni suggestive riguardanti i satelliti del pianeta gigante”. Aprile offre anche le migliori condizioni per osservare Mercurio. Il giorno migliore per è il 18 aprile, quando il pianeta sarà ben visibile dopo il tramonto. Per vederlo basta guardare verso Ovest, sull’orizzonte, dove tramonta quasi un’ora e 50 minuti dopo il Sole.

A fine mese entrano in scena Marte e Saturno, che giorno per giorno anticipano l’orario del loro sorgere e finalmente sarà possibile osservarli a Sud-Est prima di mezzanotte. Da non perdere le congiunzioni con la Luna. La prima, fra Luna e Marte, è prevista intorno alla mezzanotte tra il 24 e il 25 aprile sull’orizzonte a Sud-Est: il disco della Luna sovrasta un triangolo formato da Marte al vertice superiore, dalla stella Antares e da Saturno. Lo spettacolo si replicherà nella notte tra il 25 e il 26 aprile con la Luna a breve distanza da Saturno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA