Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > L'Europa dello spazio punta al 'Moon Village'

L'Europa dello spazio punta al 'Moon Village'

Woerner (Esa), dopo la Iss è tempo di una base lunare

05 febbraio, 19:22
Rappresentazione artistica di una base lunare (fonte: NASA/SAIC/Pat Rawlings) Rappresentazione artistica di una base lunare (fonte: NASA/SAIC/Pat Rawlings)

Creare un Moon Village, una base internazionale sulla Luna: è il sogno di Johann-Dietrich Woerner, direttore generale dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Ospite per la prima volta in Italia, in una conferenza organizzata alla facoltà di Ingegneria dell'università Sapienza di Roma, Woerner ha spiegato che dopo il successo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss), e prima di riuscire a superare gli ostacoli per andare su Marte, adesso è il momento di pensare ad una base lunare.

"Per ora è solo un sogno, non abbiamo tempi e modalità definite ma è un sogno in cui crediamo e che può essere molto concreto", ha spiegato Woerner, da pochi mesi alla guida di Esa e che ha voluto presentare il futuro dei programmi spaziali europei ai vertici italiani del mondo della ricerca e dell'industria.

Il progetto della Stazione Spaziale INternazionale è ormai stato completato da tempo e potrebbe essere abbandonato dopo il 2024. E' quindi il momento, secondo il direttore generale dell'Esa, di pianificare i prossimi progetti spaziali. La Luna non sarebbe un primo passo per poi andare su Marte, o un ripiego: "un Moon Village sarebbe un'opportunità per tutti. E' vicina e abbiamo molte tecnologie già pronte, sarebbe non tanto una miniera da sfruttare ma piuttosto un grande laboratorio per sviluppare nuove tecnologie, dove ad esempio installare grandi telescopi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA