Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Dal Sole, uno sciame di particelle verso la Terra

Dal Sole, uno sciame di particelle verso la Terra

Possibili problemi comunicazioni

02 novembre, 15:46
Uno sciame di particelle scagliato dal Sole verso la Terra (fonte: SDO/NASA) Uno sciame di particelle scagliato dal Sole verso la Terra (fonte: SDO/NASA)
Correlati

Uno sciame di particelle scagliate dal Sole sta viaggiando verso la Terra alla velocità di 800 chilometri al secondo e minaccia di creare una tempesta magnetica. Al momento, secondo l'Agenzia Usa per l'atmosfera e gli oceani (Noaa), le uniche conseguenze prevedibili sono spettacolari aurore boreali, ma non si escludono anche problemi nelle telecomunicazioni.

A generare il vento di particelle verso la Terra è un 'buco' nella regione più esterna (chiamata corona) dell'atmosfera del Sole. "Il fascio è stato generato da un buco coronale", ha spiegato Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e dell'università di Trieste.

''Nelle regioni in cui si 'apre', il campo magnetico lascia sfuggire particelle molto veloci, a tra i 600 e 1000 chilometri al secondo", ha aggiunto l'esperto. In base alle simulazioni al computer, si stima che il flusso di particelle potrebbe investire la Terra nelle prossime 24 ore e scatenare forse una tempesta magnetica. E' però difficile prevederne gli effetti: potrebbero andare da spettacolari aurore polari a latitudini più basse del normale, fino a problemi nelle comunicazioni.

Le 'sorprese' del Sole non finiscono qui: accanto al 'buco' che lascia fuggire via lo sciame di particelle è comparso nelle ultime ore un enorme grappolo di macchie solari dal diametro 10 volte superiore rispetto a quello della Terra. La struttura, chiamata AR2443, è comparsa il 29 ottobre e in pochi giorni ha quadruplicato le sue dimensioni, raggiungendo un'area di 175.000 chilometri. Alcune macchie hanno la dimensione del nostro pianeta e sono facilmente visibili anche con telescopi solari amatoriali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA