Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Parla italiano il lancio di Sentinel 2

Parla italiano il lancio di Sentinel 2

Con Asi e industrie

22 giugno, 19:56
Sentinel 2 pronto al lancio nella base europea di Kourou (fonte: ESA) Sentinel 2 pronto al lancio nella base europea di Kourou (fonte: ESA)

C'è una grande squadra italiana dietro il lancio di Sentinel 2A: lo rileva l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), a proposito del secondo dei sei satelliti del programma di monitoraggio ambientale Copernicus, promosso da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea.

A portare in orbita il satellite sarà il lanciatore Vega (Vettore Europeo di Generazione Avanzata), che giungerà così al suo quinto lancio. Dopo quattro lanci perfettamente riusciti in poco più di tre anni, il lanciatore per piccoli carichi dell'Esa è in grado di portare un carico utile di massa tra i 300 e i 1500 chilogrammi, in un'orbita polare bassa di riferimento a una quota di 700 chilometri. ''Al programma Vega, concepito dall'Asi già dagli anni '90 e finanziato in Esa per il 60% proprio dall'Asi - rileva l'Agenzia spaziale italiana - partecipano anche Francia, Olanda, Svizzera, Belgio, Spagna e Svezia''. La maggior parte del vettore, prosegue la nota, è stata realizzata in Italia, con un duplice ruolo svolto dall'Asi: ''da un lato finanzia il programma dell'Esa e dall'altro, attraverso la società partecipata Elv, consente la realizzazione industriale del sistema''. La Elv (70% Avio ed 30% Asi) è infatti il primo contraente industriale dell'Esa per lo sviluppo del Vega.

Numerose anche le aziende italiane che hanno partecipato al progetto: dal principale partner industriale Avio, al contributo di Selex ES, Rheinmetaal Italia, Telespazio, Cira, università Sapienza di Roma e MBDA. Presso la base europea di Kourou hanno lavorato, nell'ambito del segmento di Terra, anche Vitrociset, Carlo Gavazzi Space (ora Telematic Solution), Telespazio Siem, e sono inoltre presenti le società partecipate, Europropulsion e Regulus, per la produzione del motore a propellente solido P-80 del primo tre stadio del lanciatore.

L'Italia partecipa infine alla gestione del programma con il Centro Spaziale e-Geos (Asi-Telespazio) di Matera, che acquisirà i dati della missione Sentinel-2A e realizzerà l'analisi dei dati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA