Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Marte era ricco di laghi, più facile trovare tracce di vita passata

Marte era ricco di laghi, più facile trovare tracce di vita passata

Lo indicano i dati del robot Curiosity della Nasa

09 dicembre, 17:44
Simulazione del lago che in passato occupava il cratere marziano Gale (fonte: NASA/JPL-Caltech/ESA/DLR/FU Berlin/MSSS) Simulazione del lago che in passato occupava il cratere marziano Gale (fonte: NASA/JPL-Caltech/ESA/DLR/FU Berlin/MSSS)

Marte era costellato di laghi: lo indicano i dati del robot laboratorio della Nasa Curiosity, che dall'agosto 2012 sta esplorando il grande cratere Gale. Questo stesso gigantesco cratere è stato occupato per milioni di anni da un grande lago e il Monte Sharp, che si trova al centro del cratere, potrebbe essersi formato dai sedimenti del lago.



E' una scoperta importante sia in vista delle missioni umane sul pianeta rosso, sia di altre missioni che puntano a scoprire indizi di vita passata. ''Le scoperte sull'evoluzione dell'ambiente di Marte contribuiranno ad orientare le future missioni a caccia di segni di vita marziana'', ha osservato Michael Meyer, del programma per l'esplorazione di Marte della Nasa. Alto ben cinque chilometri, il monte Sharp è molto stratificato: i fianchi alla sua base sono formati da centinaia di strati di rocce. Perché questa montagna così stratificata si trovi in un cratere è stato finora difficile da spiegare.

Tutti i dati finora raccolti suggeriscono che Marte possa avere avuto in passato un clima mite e umido per un periodo molto lungo, tanto da poter garantire l'esistenza di laghi in molte regioni. ''La nostra ipotesi - sottolinea Ashwin Vasavada, del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa - contesta l'idea che le condizioni calde e umide siano state transitorie, locali, o solo sotterranee su Marte''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA