Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Lanciata la capsula Dragon, primo volo dei privati per la Nasa

Lanciata la capsula Dragon, primo volo dei privati per la Nasa

L'era spaziale volta pagina

08 ottobre, 11:14
Il lancio della navetta Dragon, nel primo volo commerciale per conto della Nasa (fonte: NASA, SpaceX) Il lancio della navetta Dragon, nel primo volo commerciale per conto della Nasa (fonte: NASA, SpaceX)
Correlati

Video

E’ partito il primo volo commerciale diretto alla Stazione Spaziale Internazionale per conto della Nasa. La capsula Dragon, costruita dall’azienda californiana Space X, e’ stata lanciata alle 2,35 dell’8 ottobre dalla base di Cape Canaveral (Florida) con il lanciatore Falcon 9, costruito dalla stessa azienda.
La missione si chiama Crs-1, dal nome del contratto (Commercial Resupply Services) del valore complessivo di 1,2 miliardi di dollari con il quale la Nasa ha acquistato dalla Space X (Space Exploration Technologies) un pacchetto di 12 voli commerciali per portare sulla Stazione Spaziale materiali per gli esperimenti scientifici, rifornimenti per l’equipaggio e pezzi di ricambio.
Dopo l’uscita di scena dello shuttle la capsula Dragon e’ stato il primo veicolo spaziale ad aver dimostrato, nel maggio scorso, la capacita’ di raggiungere la Stazione Spaziale e di agganciarsi ad essa. Attualmente Dragon e’ l’unico veicolo in grado di consegnare materiali alla stazione orbitale e di riportare a Terra materiali, come quelli relativi agli esperimenti completati. Non e’ infatti in grado di rientrare nessuna delle navette finora utilizzate per portare rifornimenti e materiali sulla stazione orbitale: ne’ il cargo russo Progress ne’ le navette automatiche di Europa (le Atv) e Giappone (Htv). Non ha un sistema di rientro nemmeno l’azienda privata ‘’concorrente’’ della Space X, la Orbital Sciences.
Il lanciatore Falcon 9 ha portato Dragon in orbita senza problemi e adesso la navetta comincera’ le manovre che le permetteranno di agganciarsi alla Stazione Spaziale Internazionale il 10 ottobre. Quindi restera’ agganciata alla stazione orbitale per due settimane, per rientrare a Terra carica di materiali scientifici il 28 ottobre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA