Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Scoperto il 'compagno di una notte' della Terra

Scoperto il 'compagno di una notte' della Terra

E' un asteroide amico che si muove all'unisono

28 luglio, 13:10
In verde il movimento dell'asteroide compagno della Terra (fonte: Paul Wiegert, The University of Western Ontario) In verde il movimento dell'asteroide compagno della Terra (fonte: Paul Wiegert, The University of Western Ontario)
Correlati

Potrebbe essere definito il 'compagno di una notte' della Terra, l'asteroide 'amico' del nostro pianeta che lo segue costantemente nella sua orbita intorno al Sole da circa 10.000 anni, ma che prima o poi finira' per abbandonarla.

Il piccolo asteroide, chiamato 2010 TK, e' stato individuato da un gruppo di ricerca canadese e americano coordinato da Martin Connors, dell'universita' della California a Los Angeles. La scoperta, che si e' guadagnata la copertina di Nature, aggiunge la Terra alla lista dei pianeti noti per avere un compagno 'troiano' che sono Giove, Marte e Nettuno.

L'asteroide ha un diametro di circa 300 metri e si trova a circa 150 milioni di chilometri dalla Terra. E' in una orbita 'troiana', ossia segue la traiettoria del nostro pianeta in una posizione di equilibrio, senza rischio di collisioni. Una posizione pero' destinata a cambiare nel tempo secondo Andrea Milani, che insegna Meccanica celeste nell'universita' di Pisa: ''a differenza degli asteroidi troiani di Giove e Nettuno, che sono permanenti a causa della forte gravita' dei due pianeti, questo asteroide, come il compagno troiano di Marte, e' destinato a separarsi dal nostro pianeta'', ha osservato l'esperto.

''La configurazione di questo asteroide - ha aggiunto - e' interessante, ma potra' durare ancora poche centinaia di migliaia di anni, che nella vita della Terra sono paragonabili alla durata di un giorno per una persona che ha un'eta' di 30 anni''. Per questo l'asteroide potrebbe essere definito 'il compagno di una notte della Terra' e insegue l'orbita del nostro pianeta da un punto di equilibrio che si chiama di Lagrange. Da quel punto forma un triangolo con Terra e Sole e i tre oggetti si muovono eseguendo una sorta di 'danza' a tre senza disturbarsi a vicenda.

A permettere di scoprire l'asteroide e' stato il satellite Wise (Wide-field Infrared Survey Explorer) della Nasa, lanciato nel 2009. La scoperta che questo sasso cosmico del diametro di poche centinaia di metri fosse un compagno troiano della Terra e' stata confermata anche dalle osservazioni condotte con telescopi basati a Terra. ''Il lavoro e' interessante - ha concluso Milani - tuttavia ho una critica da fare: da dove viene questo oggetto? sarebbe stato interessante ricostruire la sua storia e anche avere informazioni sul colore o sulla composizione, che avrebbero aiutato a capire da dove viene. Probabilmente dalla fascia degli asteroidi che si trova fra Marte e Giove, ma non abbiamo elementi per dirlo, ne' per scoprire il meccanismo che lo ha trasportato nella posizione attuale''.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati