Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Una corona di fiamme intorno a Betelgeuse

Una corona di fiamme intorno a Betelgeuse

La stella gigantesca deforma la nabulosa che la avvolge

23 giugno, 21:02
La nebulosa che avvolge Betelgause (fonte: ESO/P. Kervella) La nebulosa che avvolge Betelgause (fonte: ESO/P. Kervella)

Somiglia a una corona di fiamme la nebulosa che avvolge Betelgeuse, una delle stelle piu' brillanti del cielo, nella costellazione di Orione. La stella, giunta allo stadio di supergigante rossa, espelle materiali a un ritmo incredibile, tanto da deformare la nebulosa. La scoperta, pubblicata sulla rivista Astronomy and Astrophysics, si deve a un gruppo di ricerca coordinato dall'Osservatorio di Parigi.

Finora la nebulosa risultava invisibile agli strumenti ottici, offuscata dall'estrema brillantezza di Betelgeuse, ed e' stata individuata osservando la stella nel medio infrarosso con il telescopio Very Large Telescope (Vlt) dell'Osservatorio Europeo Meridionale (Eso), sulle Ande cilene. Betelgeuse e' una stella molto grande, il cui diametro e' pari alla distanza fra il Sole e Giove.

In queste ultime battute della sua esistenza, la stella ha esaurito l'idrogeno del nucleo si e' gonfiata, ora sta espellendo i suoi materiali nello spazio. Secondo i calcoli dei ricercatori, in circa 10.000 anni Betelgeuse scagliera' nello spazio una quantita' di materiali grande quanto la massa del Sole. La stella scaglia lontano gas e polveri attraverso pennacchi nei quali si formano gigantesche bolle simili a quelle che salgono sulla superficie di una pentola d'acqua in ebollizione. I materiali espulsi da Betelgeuse sono probabilmente, secondo i ricercatori, polveri di alluminio e silicati, gli stessi che formano gran parte della crosta terrestre e degli altri pianeti rocciosi. Sono gli stessi che compongono la nebulosa che avviluppa la stella e che si estende per circa 60 miliardi di chilometri, ossia 400 volte la distanza fra la Terra e il Sole.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati