Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Ricerca e Istituzioni > Dall'Erc 605 milioni per 314 progetti, italiani secondi

Dall'Erc 605 milioni per 314 progetti, italiani secondi

Dopo tedeschi, ma di 38 vincitori solo 14 lavorano in Italia

13 dicembre, 17:37
Dal Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) finanziate 314 ricerche con 605 milioni Dal Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) finanziate 314 ricerche con 605 milioni

Via libera a nuovi finanziamenti per 605 milioni da parte del Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) destinati a 314 progetti presentati da ricercatori di 39 Paesi. I più numerosi sono i tedeschi, con ben 50 progetti, seguiti dagli italiani con 38. Di queste ricercatori, però, appena 14 lavorano in Italia e gli altri 24 in altri Paesi. Considerando infatti la classifica per Nazioni, ai primi posti ci sono Gran Bretagna (58 progetti), Germania (48) e Francia (43); l'Italia segue a distanza, collocandosi all'ottavo posto (14).

Fondi per consolidare i progetti innovativi
I finanziamento riguardano le borse 'Consolidator', nate per dare anche ai giovani ricercatori la possibilità di portare avanti il loro progetto e di gettare in Europa le basi per la loro carriera scientifica. La maggior parte dei progetti finanziati riguarda Fisica e Ingegneria (148), seguiti da quelli relativi alle Scienze della vita (97) e dalle Scienza sociali e umane (69).

Sostegno alla ricerca di base
Per il commissario europeo per la Ricerca, la Scienza e l'Innovazione, Carlos Moedas, "l'Erc è nato per trovare la qualità migliore, per valorizzarla e sostenerla, facendo dell'Europa un centro di eccellenza scientifica a livello internazionale".
In quest'ottica i le borse Erc per il consolidamento delle carriere dei giovani intendono finanziare in particolare la ricerca di base. Non è un caso che nel 2016 "le domande per questi fondi siano aumentate", ha osservato il presidente dell'Erc, Jean-Pierre Bourguignon.

Ancora disparità fra uomini e donne
Le borse assegnate alle donne stanno gradualmente aumentando, anche se la disparità è ancora molto ampia: 87 (pari al 28%) contro le 227 /72%) assegnate agli uomini.

La mappa dei finanziamenti in Italia
Analizzando in dettaglio i finanziamenti a progetti condotti in Italia, questi si dividono fra Nord (con 9 progetti) e Centro (5). La regione con la massima concentrazione è la Lombardia, dove le ricerche finanziate sono condotte a Politecnico di Milano (unico centro italiano ad avere due progetti premiati), università Bocconi, Istituto San Raffaele e Istituto Europeo di Oncologia. Sempre nel Nord sono stati premiati progetti condotti da Istituto Italiano di tecnologia (Iit) e dalle università di Bologna, Torino e Trento. Nel Centro le ricerche premiate sono condotte in Toscana (Europea University Institute e università di Firenze), Lazio (università Roma Tre e Sapienza) e Umbria (università di Perugia).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA