Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Ricerca e Istituzioni > Dall'Europa 1 miliardo per le tecnologie quantistiche

Dall'Europa 1 miliardo per le tecnologie quantistiche

Per sviluppare crittografia, orologi atomici e computer del futuro

26 aprile, 00:36
Rappresentazione artistica di un simulatore quantistico  (fonte: LENS/Università di Firenze) Rappresentazione artistica di un simulatore quantistico (fonte: LENS/Università di Firenze)

L'Europa punta sulle tecnologie quantistiche, dalla crittografia del futuro agli orologi atomici, e lo fa con un miliardo di euro: è la cifra stanziata dalla Commissione Ue a partire dal 2018 per accelerare le ricerche in questo campo. E' la stessa somma assegnata ai due programmi bandiera europei, dedicati al grafene e al cervello, e il programma è stato proposto da un italiano che lavora da anni in Germania, Tommaso Calarco, direttore del centro di Scienza e Tecnologia Quantistica presso le università di Ulm e Stoccarda.

Secondo la Commissione Ue potrebbe esserci una 'seconda rivoluzione quantistica', dopo la prima che ha portato all'invenzione di apparecchiature come laser e transistor. Le ricadute del programma potrebbero essere ''colossali'' ha detto all'ANSA Calarco. ''L'aspetto meraviglioso della fisica quantistica - ha proseguito - è lo spettro ampio di applicazioni, dai sensori, ai sistemi di comunicazione sicuri, ai computer quantistici''. Il trasferimento delle tecnologie alle imprese, ha aggiunto, ''avrebbe ricadute economiche importanti e nascerebbe anche una nuova figura, quella dell'ingegnere quantistico''.

Per Calarco, il successo sarà giudicato dal modo in cui il programma riuscirà a stimolare l'industria e da come saranno distribuite le risorse, ma ''sono tutti sono molto fiduciosi''. Calarco è anche presidente del Comitato strategico europeo per le tecnologie quantistiche ed è uno degli autori del 'Manifesto Quantistico', iniziativa alla base del programma, firmata da 3100 ricercatori, che dice perché investire in questo settore e quali sono le priorità.

Senza un programma dedicato, ha sottolineato il fisico italiano, l'Europa rischia di diventare un giocatore di secondo livello in questo campo. Altri Paesi si stanno già muovendo, ha rilevato Nature, per esempio negli Stati Uniti le aziende stanno già investendo nel calcolo quantistico, e in Cina è in fase di completamento un collegamento di 2.000 chilometri in fibra ottica destinato alla comunicazione quantistica, per inviare informazioni in modo sicuro tra Pechino e Shanghai.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA