Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Ricerca e Istituzioni > Il premio Pontecorvo a Luciano Maiani

Il premio Pontecorvo a Luciano Maiani

Uno dei 'padri' dell'acceleratore Lhc

26 febbraio, 18:42
Il fisico Luciano Maiani ha ricevuto il premio internazionale Bruno Pontecorvo (fonte: Infn) Il fisico Luciano Maiani ha ricevuto il premio internazionale Bruno Pontecorvo (fonte: Infn)

Il fisico teorico Luciano Maiani, uno dei 'padri' del più grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc), ha ricevuto il prestigioso premio internazionale Bruno Pontecorvo, assegnato annualmente dal Joint Institute for Nuclear Research (Jinr), la più importante organizzazione internazionale per la ricerca in fisica nucleare e subnucleare con sede nella Federazione Russa.

Il riconoscimento gli è stato attribuito per i suoi eccezionali meriti scientifici nel campo della fisica delle interazioni elettrodeboli e nella fisica dei neutrini. Nel corso della sua lectio magistralis, seguita alla cerimonia di consegna del premio a Dubna, Maiani ha delineato le prospettive che si aprono per la fisica teorica e sperimentale dopo la scoperta del bosone di Higgs, e ha concluso sottolineando la necessità scientifica di investire in nuove e più potenti macchine acceleratrici, passo imprescindibile per l'avanzamento della conoscenza.

Luciano Maiani, professore emerito dell'Università Sapienza di Roma, non solo ha dato contributi fondamentali al progresso della fisica, ma ha rivestito anche importanti incarichi istituzionali, come quello di presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), direttore generale del Cern e presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA