Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Ricerca e Istituzioni > Rinnovati i presidenti di 11 enti pubblici di ricerca

Rinnovati i presidenti di 11 enti pubblici di ricerca

Ministero, scelte personalità che uniscono capacità manageriali e meriti scientifici

27 settembre, 13:19
Rinnovati i presidenti di 11 enti pubblici di ricerca Rinnovati i presidenti di 11 enti pubblici di ricerca

Sono state ufficializzate le nomine dei presidenti di 11 enti pubblici di ricerca. Il ministero per l’Istruzione, l’università e la ricerca rileva che le decisioni sono il frutto di procedure innovative e trasparenti. L’età media si riduce di 9 anni, tra i neopresidenti ci sono due donne e si punta su capacità sia scientifiche sia manageriali.

‘’Le nomine - osserva il ministero - hanno seguito una procedura innovativa ispirata a criteri di trasparenza e correttezza, con l’obiettivo di costituire consigli di amministrazione estremamente qualificati e con una maggiore presenza, rispetto al passato, di donne e studiosi più giovani, nel pieno dell’attività scientifica. Sia i presidenti che i consiglieri di amministrazione sono stati scelti tenendo in considerazione non solo i meriti scientifici e la preparazione accademica ma anche le capacità manageriali e le competenze di gestione’’

Ecco i nuovi presidenti degli 11 enti:

- Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), Francesco Profumo: ordinario di Elettronica industriale a Torino e rettore del Politecnico di Torino, dove ha sviluppato la Cittadella politecnica. Ha promosso iniziative industriali ed ha esperienze a livello manageriale.

- Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), Giovanni Fabrizio Bignami: ordinario di astronomia e astrofisica allo Iuss di Pavia, è stato presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana dal 2007 al 2008.

- Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Domenico Giardini: ordinario di sismologia nel Politecnico di Zurigo, ha assunto ruoli direttivi, manageriali e di governance a livello internazionale.

- Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Enrico Saggese: è stato confermato al vertice dell’Asi, della quale è stato nominato commissario nel 2008 e successivamente presidente. Fa parte di comitati di società come Avio group, Telespazio, Space Engineering, Cira).

- Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (Ogs), Maria Cristina Pedicchio: ordinario di algebra a Trieste, è consigliere di amministrazione dell’Ogs, presidente dell’Area Science Park e e componente del Consiglio direttivo dell’Associazione Parchi Scientifici.

- Istituto Nazionale di Ricerca Meteorologica (Inrim), Alberto Carpinteri: ordinario di Scienza delle costruzioni al Politecnico di Torino, ha presieduto l’Inrim per 5 anni ed è l’attuale vicepresidente.

- Museo Storico della Fisica e Centro di Studi e Ricerche ‘Enrico Fermi’, Luisa Cifarelli: fisico dell’Infn, è docente a Bologna. Consigliere di amministrazione del Centro Fermi, è presidente della Società Europea di Fisica e vicepresidente della Società Italiana di Fisica.

- Istituto Nazionale di Alta Matematica (Indam), Vincenzo Ancona: ordinario dell’università di Firenze, è stato nominato in seguito dell’elezione da parte della Comunità scientifica.

- Stazione Zoologica ‘Anton Dohrn’, Enrico Alleva: dirigente di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità, docente di Etologia ed esperto di Biologia del comportamento è membro della Commissione di Bioetica del Cnr.

- Consorzio per l’area di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste (Area Science Park): Corrado Clini: direttore generale del ministero dell’Ambiente, presiede la commissione tecnica del Cipe per la riduzione delle emissioni. Responsabile del fondo rotativo del Protocollo di Kyoto in Italia.

- Istituto Italiano di Studi Germanici (Iisg): Fabrizio Cambi: ordinario a Trento di Letteratura tedesca, è consigliere di amministrazione dell’Ateneo Italo Tedesco e membro dell’Associazione Italiana Germanistica.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati