Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Fisica & Matematica > Si stringe il cerchio attorno alla 'nuova fisica'

Si stringe il cerchio attorno alla 'nuova fisica'

Misurato per la prima volta un fenomeno rarissimo

20 luglio, 10:20
Un mesone Bs decade in due muoni visibili come due linee rosse (fonte: CMS, CERN) Un mesone Bs decade in due muoni visibili come due linee rosse (fonte: CMS, CERN)

Si stringe il cerchio intorno alla cosiddetta 'nuova fisica', ossia sui fenomeni non previsti dall'attuale teoria di riferimento chiamata Modello Standard. Quest'ultimo ha superato un nuovo esame e, mentre la sua validità viene confermata ancora una volta, si stanno mettendo a fuoco i fenomeni che ancora gli sfuggono. E' quanto accade con la prima misura di un fenomeno rarissimo: il decadimento della particella subatomica chiamata mesone Bs in due particelle instabili dette muoni.
La teoria di riferimento della fisica che predice il comportamento delle particelle elementari, il cosiddetto Modello Standard, ha superato la prova più difficile a cui è mai stato sottoposto al Cern di Ginevra. La conferma viene dagli esperimenti Cms e Lhcb, condotti nell'acceleratore più grande del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc). I risultati sono stati presentati nella Conferenza della Società Europea di Fisica (Eps) a Stoccolma.

Le nuove misure mostrano che, su un miliardo di mesoni Bs, mediamente solo una manciata decade in una coppia di muoni, confermando quanto viene predetto dal Modello Standard per questo raro decadimento. ''Questo è un processo che i fisici delle particelle hanno cercato di individuare per 25 anni'', commenta Joe Incandela, coordinatore dell'esperimento Cms. ''Ci dimostra l'incredibile capacità di Lhc e degli esperimenti come C dmsi osservare processi rarissimi, come quelli che coinvolgono particelle con una massa circa 1.000 volte più piccola di quella delle particelle più pesanti che noi stiamo cercando''. Soddisfatto anche il responsabile dell'esperimento Lhcb, Pierluigi Campana: ''è un grande risultato per Lhcb. E' per misure di precisione come questa che è stato costruito LHCb. Questi risultati ci mostrano che stiamo sottoponendo il Modello Standard alle più stringenti verifiche, possibili ai livelli di energia di Lhc, e con risultati eccellenti''.

Nonostante questi risultati siano un passo avanti per il Modello Standard, rimane aperto l'interrogativo sull'esistenza di nuova fisica al di là di questo. Una delle possibili strade per andare oltre il Modello Standard è rappresentata dalla teoria supersimmetrica (Susy), che postula l'esistenza di nuovi tipi di particelle, una per ogni particella del Modello Standard: la più leggera potrebbe costituire gran parte della materia oscura dell’Universo. Esistono molti modelli Susy in circolazione e Susy è solo una delle molte possibilità teoriche di nuova fisica oltre il Modello Standard. I risultati di Lhcb e Cms permettono ora di circoscrivere meglio i modelli SUSY accettabili: molti sono incompatibili con le nuove misure e devono quindi essere scartati, permettendo alla comunità dei teorici di lavorare ancora su quelli ritenuti ancora possibili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA