Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Fisica & Matematica > Il chilogrammo standard è 'ingrassato' per lo smog

Il chilogrammo standard è 'ingrassato' per lo smog

Pesa pochi microgrammi in più rispetto alle misure del 1875

07 gennaio, 20:32
Il prototipo del chilogrammo, ossia l'International Prototype Kilogram (Ipk) (fonte: GregL) Il prototipo del chilogrammo, ossia l'International Prototype Kilogram (Ipk) (fonte: GregL)

Il chilogrammo ufficiale e le sue copie, usate per standardizzare le misure, sono 'ingrassati', a causa dello smog.
Ricercatori britannici dell'università di Newcastle hanno mostrato che sia il prototipo del chilogrammo, ossia l'International Prototype Kilogram (Ipk), sia le 40 copie presenti nei centri di pesi e misura di tutto il mondo sono fino a decine di microgrammi più pesanti di quanto pensato finora.

Utilizzando una macchina chiamata spettroscopia fotoelettronica a raggi X (Xps), i ricercatori hanno visto che il chilogrammo pesa più rispetto alla misura standard fatta nel 1875 a causa dell'accumulo di inquinanti, come i prodotti della combustione degli idrocarburi, sulla sua superficie.

Il chilogrammo ufficiale è lo standard rispetto al quale sono impostate tutte le altre misure che indicano il peso. E' conservato presso l'Ufficio Internazionale dei Pesi e delle Misure di Parigi ma ne esistono 40 repliche fatte nel 1884 e distribuite in tutto il mondo al fine di avere una misura standard di riferimento per il peso.
"Non importa quanto pesi l'Ipk fino a quando lavoriamo tutti sullo stesso standard: il problema è che ci sono lievi differenze in tutto il mondo, fra l'Ipk e le sue 40 repliche e sono tutte in crescita a tassi diversi, divergenti dall'originale" osserva Peter Cumpson, che ha coordinato la ricerca pubblicata sulla rivista Metrologia. "Stiamo parlando - aggiunge l'esperto - di un cambiamento molto piccolo, pari a meno di 100 microgrammi, ma il peso è una unità fondamentale che anche questo cambiamento molto piccolo è significativo se si considera che ci sono scambi internazionali su materiali di alto valore dove conta ogni microgrammo".

Secondo i ricercatori per far tornare in 'forma' il chilogrammo e le sue copie potrebbe essere efficace una leggera "abbronzatura", "esponendone la superficie – rileva Cumpson – ad una miscela di raggi ultravioletti ed ozono potremmo rimuovere le contaminazioni e potenzialmente riportare il prototipo del chilogrammo al suo peso standard".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA