Percorso:ANSA > > Lanciato il cargo Cygnus per la Stazione Spaziale

Lanciato il cargo Cygnus per la Stazione Spaziale

A bordo anche un esperimento italiano

23 marzo, 15:29
Lanciato il cargo Cygnus per la Stazione Spaziale Lanciato il cargo Cygnus per la Stazione Spaziale

C'è anche un esperimento italiano a bordo del cargo Cygnus lanciato dalla base di Cape Canaveral, in Florida, verso la Stazione Spaziale Internazionale. Il cargo trasporta un carico di 3,6 tonnellate di materiali, tra rifornimenti, pezzi di ricambio ed esperimenti e il suo arrivo sulla stazione orbitale è previsto sabato 26 marzo. Cygnus è stato realizzato per la Nasa dall'azienda privata Orbital Atk e il modulo che trasporta i materiali è stato costruito in Italia, negli stabilimenti di Torino della Thales Alenia Space (Thales-Finmeccanica). Raggiunta la Stazione Spaziale, il veicolo sarà catturato dal braccio robotico e agganciato alla porta Nadir del Nodo 1. Fra i materiali che consegnerà agli astronauti, ci sarà anche l’esperimento italiano ‘Thermal Exchange’, che consiste in un sistema di scambio di calore (heat pipe) che serve a controllare le temperature, progettato e realizzato da Argotec sotto il coordinamento dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Il Politecnico di Torino è intervenuto nella fase iniziale di progettazione dell'elettronica.
Nello spazio, spiegano Asi e Argotec in una nota, le superfici dei moduli sono soggette a temperature molto differenti, in quanto esposte in parte al Sole e in parte verso lo spazio profondo. Il controllo delle temperature è quindi uno dei sistemi fondamentali per la riuscita di una missione, perché permette di mantenere le temperature di tutti i sistemi nel giusto intervallo. Dispositivi per il trasferimento del calore di questo tipo, sottolinea la nota, sono ideali nello spazio perché richiedono poca manutenzione. L'esperimento, programmato per il prossimo 5 aprile, sarà installato nel modulo americano Destiny per verificare come funziona e si comporta il dispositivo in condizioni di microgravità. ''L'esperimento rappresenta l'ennesima ricaduta positiva del Memorandum of Understanding stipulato fra Nasa ed Asi nel 1997'' osserva Marino Crisconio, dell'unità Microgravità e Volo Umano dell'Asi.
Per David Avino, managing Director di Argotec, il successo delle missioni spaziali sarà sempre più legato a sistemi in grado di ridurre l'intervento umano per la loro manutenzione e l'esperimento in volo per la stazione spaziale rispecchia queste caratteristiche

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA