Percorso:ANSA > > Fondazione Idis–Città della Scienza

Fondazione Idis–Città della Scienza

29 aprile, 14:04
Fondazione Idis–Città della Scienza Fondazione Idis–Città della Scienza

La Fondazione Idis–Città della Scienza è un’istituzione no profit attiva dal 1989 e nata per iniziativa di scienziati, uomini di cultura, istituzioni pubbliche e private; è presieduta dal fisico Vittorio Silvestrini. La sua missione è quella di valorizzare la cultura scientifica e operare per uno sviluppo economico e sociale del Mezzogiorno e del nostro Paese, del Mediterraneo e dell’Europa, che sia il più possibile armonioso, innovativo e solidale.

Fin dai suoi primi passi, la Fondazione ha posto al centro della propria attività la necessità di guardare all’economia reale e ai processi di trasformazione nel mercato mondiale, attivandosi – anche in campo internazionale – affinché l’attenzione dei decisori politici, della pubblica opinione, dei media, si concentrasse sul tema della ricerca scientifica, della qualità dell’istruzione pubblica, dell’innovazione.

L’obiettivo della Fondazione, inoltre, è quello del coinvolgimento attivo e della partecipazione sociale dei cittadini alle grandi scelte della nostra civiltà e dunque, come precondizione, la diffusione della conoscenza scientifica verso tutti.
La prima realizzazione della Fondazione è stata “Futuro Remoto”, la manifestazione multimediale dedicata a scienza e fantascienza la cui prima edizione si è svolta nel 1987.
Il passo successivo è stata la realizzazione, iniziata già nel 1994, di Città della Scienza, un polo scientifico e tecnologico nato a Napoli – nella grande ex area industriale di Bagnoli, alle porte dei Campi Flegrei, su un’area di circa 70.000 mq – e composto da quattro funzioni: il Science Centre, primo museo scientifico interattivo in Italia, andato distrutto da un incendio doloso il 4 marzo 2013, ma le cui attività di divulgazione scientifica sono riprese addirittura dopo un mese dal rogo, seppur in spazi più ridotti; il Centro di Alta Formazione; il Business Innovation Centre; il Centro Congressi. E' prevista per fine anno l’inaugurazione di Corporea, il museo del corpo umano, nell’edificio in corso di completamento di circa 5.000 metri quadrati, la metà dei quali dedicati a mostre, e l’altra metà a un “dome” che fungerà sia da planetario che da cinema 3D con proiezioni di documentari scientifici.

Città della Scienza è caratterizzata da un forte impatto sul territorio e dal numero di visitatori che utilizzano i suoi servizi, le tante attività, le opportunità che continuamente offre. La dimensione di questa realtà è stata confermata – oltre che dalla partecipazione a reti, progetti e consorzi – da prestigiosi riconoscimenti, tra cui il Premio Descartes da parte della Commissione Europea e il Best Science Based Incubator; nonché dall’essere riconosciuta come “ONG in relazioni ufficiali con l’Unesco”. Cooperazione internazionale verso i Paesi Africani ed internazionalizzazione delle imprese in Cina sono due dei pilastri della sua azione a livello internazionale, così come la partecipazione a network quali ECSITE, la rete europea dei science Centres; tutto ciò ad evidenziare la volontà di contribuire a costruire un’Europa solidale e innovativa, aperta e connessa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA