Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Dossier > Le tecniche

Le tecniche

Tutte le strade per conservare la fertilità

14 marzo, 21:07
In evoluzione le tecniche per conservare la fertilità In evoluzione le tecniche per conservare la fertilità

Il congelamento degli ovociti è la prima e più diffusa possibilità di ''mettere in banca'' la fertilità nella propsttiva futura di affrontare una gravidanza. Le tecniche per congelare le cellule uovo sono ormai mature, anche se il loro affinamento ha richiesto molti anni di lavoro.

Una strada diversa, al quale stanno lavorando molti ricercatori in tutto il mondo, consiste nel congelare il tessuto ovarico. Questa tecnica, più complessa, permette alle donne in menopausa a causa delle cure antitumorali di poter avere una gravidanza naturale al termine della terapia. Tuttavia si tratta di tecnica ancora allo studio e in via di perfezionamento, ancora lontana dall'essere di routine. Sono appena 20, infatti, i bambini nati grazie ad essa nel mondo. "Il loro numero é destinato ad aumentare", ha rilevato il presidente della Società Italiana di Conservazione della Fertilità (ProFert), detto Borini.

I risultati finora sono stati tutti positivi, ma i bambini natisono ancora troppo pochi: ''probabilmente - ha osservato Borini - nel mondo migliaia di tessuti sono in attesa di essere utilizzati''.

Recentemente si stanno facendo tentativi per congelare l'intero ovaio. Una strada, questa, che stanno intraprendendo alcuni centri privati in Israele. E' una strada assolutamente agli inizi e decisamente difficile, ha osservato Borini, considerando che l'ovaio è un organo molto complesso. Il vantaggio che può offrire é la possibilità di reimpiantare nella donna l'intero organo nel momento in cui questa ha superato la malattia. In questo modo la donna può nuovamente essere in grado di affrontare spontaneamente una gravidanza e conservare la produzione di ormoni.

Nel caso della conservazione della fertilità maschile, la tecnica basilare consiste nel congelare gli spermatozoi ed è consolidata da tempo. Una nuova via, ancora agli inizi, punta a far maturare gli spermatozoi a partire dalle cellule staminali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA