Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Dossier > Che cos'é la nutraceutica

Che cos'é la nutraceutica

Perchè alcune sostanze contenute nei cibi hanno effetti benefici

19 dicembre, 15:34
Il ricercatore Vincenzo Lionetti  e il suo gruppo presso il Laboratorio di Scienze Mediche dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)   Il ricercatore Vincenzo Lionetti e il suo gruppo presso il Laboratorio di Scienze Mediche dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)

Ispirata tanto alla nutrizione quanto alla farmaceutica, la nutraceutica intende spiegare perché alcune sostanze contenute nei cibi hanno effetti benefici, verificando se alla base della loro azione esiste un meccanismo molecolare ‘’che è possibile descrivere con dati accurati, riproducibili e trasferibili alla pratica’’, spiega Vincenzo Lionetti, dell'Istituto di Scienze della vita della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

''L'idea – prosegue - é tornare a Ippocrate utilizzando le nuove tecnologie. Già nel 490 a.C. Ippocrate affermava: 'fà che il cibo sia la tua medicina e medicina il tuo cibo'’’. Oggi si potrebbero immaginare prodotti che derivano dalla ricerca nutraceutica in vendita nelle farmacie. Ma qual è la differenza fra un prodotto nutraceutico ed un farmaco? Mente i farmaci puntano a curare malattie in un tempo relativamente breve, i prodotti nutraceutici puntano soprattutto alla prevenzione e richiedono tempi molto più lunghi.

Attualmente la nutraceutica è una disciplina molto diffusa in Italia, ma rimasta a lungo in ombra. ‘’In alcuni casi – osserva Lionetti – questa disciplina viene guardata con perplessità da parte dell'industria farmaceutica. Solo recentemente é uscita dall' ombra e alcune aziende hanno cominciato a considerarla con interesse, parallelamente al'affermarsi di un vasto mercato degli integratori’’. Tuttavia, prosegue, ‘’la nutraceutica non dovrebbe però basarsi sugli integratori, ma garantire l'ingresso sul mercato di cibi potenzialmente ricchi di sostanze benefiche, frutto di una sorta di 'agricoltura sanitaria’''.
Le parole chiave di questo nuovo ambito di ricerca sono quindi, secondo Lionetti, ‘’rispetto dell'ambiente, valorizzazione dell'alimentazione sana e sviluppo fondato sull'economia sostenibile’’.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA