Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Biotech > Nell'uomo cervello e denti si sono evoluti in modo indipendente

Nell'uomo cervello e denti si sono evoluti in modo indipendente

Potrebbero aver influito fattori ambientali e comportamentali

03 gennaio, 16:11
Ricostruzione in 3D del cranio dell'uomo moderno (fonte: George Washington University) Ricostruzione in 3D del cranio dell'uomo moderno (fonte: George Washington University)

Contrariamente a quanto si credeva, nell'uomo il cervello e i denti si sono evoluti in modo indipendente. E' quanto emerge da una ricerca della George Washington University, pubblicata sulla rivista dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti, Pnas. Il risultato suggerisce che sull'evoluzione della struttura dei denti e del cervello degli ominidi potrebbero aver influito fattori ecologici e comportamentali.

Lo studio
Finora si riteneva che l'aumento delle dimensioni del cervello e la riduzione delle dimensioni dei denti posteriori in alcune specie di ominidi si fossero evoluti di pari passo. Per verificare la corrispondenza tra queste due tendenze Aida Gómez-Robles e i suoi colleghi hanno realizzato ricostruzioni e simulazioni al fine di misurare e confrontare il ritmo di evoluzione di dimensioni e forma del cervello e dei denti in diverse specie di ominidi: Australopithecus, Paranthropus e specie Homo.

Le analisi hanno indicato che l'evoluzione del cervello nelle prime specie di Homo non solo si è verificata in modo più veloce rispetto a quella dei denti, ma seguendo tirmi diversi nelle differenti specie di ominidi. Questo suggerisce, secondo gli autori, che fattori ambientali e comportamentali potrebbero aver influenzato l'evoluzione della struttura dei denti e del cervello degli ominidi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA