Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Biotech > Il sangue che si coagula a comando

Il sangue che si coagula a comando

Obbedisce a un interruttore laser

29 luglio, 09:01
Cellule del sangue controllate da interruttori fatti di nanoiparticelle d'oro e Dna (fonte: Helena de Puig) Cellule del sangue controllate da interruttori fatti di nanoiparticelle d'oro e Dna (fonte: Helena de Puig)

Il sangue si coagula a comando grazie a un minuscolo interruttore fatto di due nanoparticelle d'oro controllate da un laser. Messo a punto nel Massachusetts Institute of Technology (Mit) e descritto sulla rivista Plos Ole, il dispositivo è ancora sperimentale, ma molto promettente.

I primi test condotti dal gruppo coordinato da Kimberly Hamad-Schifferli indicano che non soltanto si può spingere il sangue a coagulare se e quando è necessario, ma che grazie all'interruttore, è possibile ottenere l'effetto opposto, sciogliendo dei trombi.

Il segreto del minuscolo dispositivo è nei messaggi che le nanoparticelle d'oro inviano a seconda del modo in cui vengono stimolate dal laser. A seconda della lunghezza d'onda del segnale laser che ricevono, infatti, le nanoparticelle rilasciano particolari sequenze di Dna che aderiscono alla loro superficie.
Possono ad esempio liberare il frammento di materiale genetico specializzato nel legarsi alla proteina del sangue chiamata trombina e nel bloccare in questo modo la formazioni di trombi. Oppure le nanoparticelle possono ricevere il segnale che le spinge a liberare l'altra sequenza di Dna, che e' invece specializzata nel rilasciare la trombina, favorendo la coagulazione.

Sebbene ancora soltanto sperimentale, questo minuscolo interruttore della coagulazione 'a doppia azione' potrebbe avere un impatto molto importante. Costituisce infatti una novita' rispetto ai farmaci attualmente disponibili, tutti ad azione singola.(

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA