Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Biotech > L'agricoltura è nata per sopravvivere all'Era Glaciale

L'agricoltura è nata per sopravvivere all'Era Glaciale

Lo dimostra l’analisi di frammenti di macine di 23.000 anni fa

11 aprile, 20:51
 I frammenti di macine su cui sono state condotte le analisi (Fonte: Jiming Shi) I frammenti di macine su cui sono state condotte le analisi (Fonte: Jiming Shi)

L'agricoltura è nata per sopravvivere all'Era Glaciale: lo indica uno studio pubblicato sulla rivista dell'Accademia di Scienze degli Stati Uniti (Pnas) e coordinato da Li Liu, dell'università americana di Stanford. I ricercatori hanno tracciato l'origine dell'agricoltura nel Nord della Cina esaminando tre macine scoperte in un sito archeologico chiamato Shizitan, nella valle del fiume Qingshui al centro della regione del Fiume Giallo.

Le macine risalgono a un periodo compreso fra 23.000 e 19.500 anni fa, quando l'ultima Era Glaciale aveva raggiunto il suo picco. Su questi strumenti i ricercatori hanno scoperto molti residui di vegetali, indicando che le macine erano state utilizzate per trattare una grande varietà di piante locali, tra cui semi di erbe selvatiche, fagioli, patate dolci e radici.
Recenti studi hanno dimostrato che i cacciatori-raccoglitori della regione probabilmente si nutrivano di una grande varietà di flora locale, migliaia di anni prima che fossero addomesticate le piante.
Come mostra il sito in cui sono state scoperte le macine e gli altri 50 siti vicini, tutti del tardo Paleolitico (compreso fra 25.000 e 9.000 anni fa) distribuiti lungo il fiume Qingshui, un affluente del Fiume Giallo. Tutti questi siti sono caratterizzati da piccoli utensili, senza ceramiche, strutture abitative, sepolture, o siti di stoccaggio, caratteristiche che fanno pensare che gli occupanti erano popoli nomadi di cacciatori e raccoglitori. Il lungo intervallo di tempo e l'abbondanza di resti di materiali, che testimoniano la lunga occupazione umana, forniscono una grande quantità di dati per studiare la transizione dal Paleolitico ai primi periodi del Neolitico in questa regione, con il progressivo passaggio all'agricoltura.

Lo studio mostra per esempio che circa 23.000 anni fa, una vasta gamma di risorse nella valle del fiume Qingshui ha attratto piccoli gruppi di cacciatori-raccoglitori. Questi uomini preistorici hanno iniziato a raccogliere e utilizzare la fauna locale per completare la caccia, e, nel processo, hanno cominciato ad acquisire le conoscenze di domesticazione delle piante che avrebbero portato più tardi alla nascita dell'agricoltura nella regione

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA