Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Biotech > La prima mappa del Dna del frumento

La prima mappa del Dna del frumento

Aiuterà a migliorare la produzione

29 novembre, 08:29
Completata la mappa del Dna del frumento Triticum aestivum (fonte: Hans Hillewaert) Completata la mappa del Dna del frumento Triticum aestivum (fonte: Hans Hillewaert)

E’ pronta la prima mappa del Dna del frumento, una miniera di informazioni che permetterà di migliorare le coltivazioni sfruttando così al meglio uno dei cereali alla base dell'alimentazione nel mondo. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature, si deve allo sforzo congiunto degli esperti di dieci istituti di ricerca di Gran Bretagna, Stati Uniti e Germania, coordinati dall'università di Liverpool.

''Il genoma del frumento è molto grande e complesso, probabilmente il più difficile tra quelli sequenziati fino ad oggi'', afferma il coordinatore dello studio, Neil Hall, dell'università di Liverpool.
Cinque volte più grande del genoma umano, il Dna del frumento è un vero e proprio puzzle originato da ben tre genomi diversi, battezzati dai genetisti come genoma A, B e D, che derivano da altrettante antiche piante antenate. Per questa ragione molti geni del frumento sono presenti in triplice copia.

I ricercatori sono riusciti a superare queste difficoltà grazie a un nuovo metodo di sequenziamento chiamato 'shotgun', che genera in modo casuale miliardi di sequenze genetiche per poi leggerle e riassemblarle. ''Ora abbiamo degli strumenti in grado di leggere il Dna con una velocità centinaia di volte superiore rispetto a quelli usati per sequenziare il genoma umano'', aggiunge Hall. ''Questa tecnologia può essere usata per altri genomi che in passato sono stati considerati troppo complessi per studi genetici dettagliati, come la canna da zucchero, un importante coltivazione per i biocarburanti''.

La mappa del Dna del frumento permetterà in futuro di identificare i geni responsabili di particolari caratteristiche della pianta, come la resistenza alle malattie e alla siccità: informazioni preziose per i produttori, che potranno così migliorare le loro coltivazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA