Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Biotech > Ritrovati nell'ambra i colori dei dinosauri

Ritrovati nell'ambra i colori dei dinosauri

Conservati con le piume per 70 milioni di anni

16 settembre, 11:32
Piuma di dinosauro imprigionata nell’ambra (fonte: Science/AAAS) Piuma di dinosauro imprigionata nell’ambra (fonte: Science/AAAS)

Le piume e, con esse, i colori dei dinosauri non sono piu' un mistero: sono stati finalmente scoperti, dopo essere rimasti imprigionati nell'ambra per milioni di anni. La scoperta, descritta sulla rivista Science, si deve ai ricercatori canadesi dell'universita' di Alberta a Edmonton.
Le piume imprigionate nell'ambra sono state scoperte in un sito canadese del tardo Cretaceo. I ricercatori, coordinato dal gruppo guidato da Ryan McKellar, risale al tardo Cretaceo hanno potuto esaminare per la prima volta non solo la struttura, ma i colori dei dinosauri e i primi uccelli di circa 70 milioni di anni fa.
I fossili mostrano una grande varieta' morfologica, da piume primitive a moderne, ed hanno permesso di individuare quattro distinte tappe dell'evoluzione. La piu' semplice, che comprende protopiume a filamento singolo, mentre le piu' specializzate sono molto simili a quelle degli uccelli acquatici dei nostri giorni. Anche i colori che si sono conservati suggeriscono che i primi 'piumati' avessero una vasta gamma di sfumature, trasparenze, chiazze e diffusione molto simile a quella degli uccelli moderni. Risulta pero' al momento impossibile determinare, tra le molte rinvenute, quali piume appartenessero ai dinosauri e quali agli uccelli.
Nonostante si susseguano da alcuni anni le scoperte di piume, anche molto primitive, solo adesso si inizia comprendere la struttura di questi antichi organi e della loro evoluzione. Le piume moderne risultano infatti cosi' complesse da aver creato molti problemi agli evoluzionisti, tanto da spingere Charles Darwin a proclamare: ''la coda del pavone mi fa star male al solo guardarla!''.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati