In rete con la redazione
Hai curiosità o domande sulla scienza? Scrivi qui, ti risponderanno gli esperti.
di Francesca, 10 anni, Roma
Tra quanto tempo l’uomo potrà mettere piede su Marte ?

Risponde l'astronauta Paolo Nespoli, dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa)

Difficile dirlo. Il posto piu’ lontano dove siamo andati finora è la Luna, a circa 350.000 chilometri di distanza dalla Terra (segue)

di Vittoria, 9 anni Roma
Nell'atmosfera c'è il vapore acqueo?

Risponde il fisico dell'atmosfera Teodoro Georgiadis, dell' Istituto di Biometeorologia del Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr)

La risposta è sì, la domanda a seguire però sarà: "ma quanto vapore c'è nell'atmosfera?" (segue)

Perchè gli insetti notturni sono così attratti dalla luce, tanto da finire bruciati nelle lampade?

Risponde lo zoologo Maurizio Casiraghi, dell'università di Milano Bicocca

Gli insetti notturni sono attratti dalle fonti luminose per un fenomeno che noi ricercatori chiamiamo "fototassi". Con questo termine si può intendere sia l'avvicinarsi che l'allontanarsi da una fonte luminosa. (segue)

Samuele, 6 anni, Carrara
Come si è formato Saturno?

Risponde l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e responsabile scientifico del Planetario di Roma

La storia di Saturno, come degli altri pianeti, è iniziata poco più di quattro miliardi e mezzo di anni fa, dalla condensazione di una vasta nube di gas e polveri. (segue)

Risponde il planetologo Ettore Perozzi
3000 anni luce a quanti anni terrestri equivalgono? Te lo chiedo perchè ho sentito di 2 pianeti stile terra a quella distanza e volevo sapere se era umanamente possibile raggiungerli!

Dunque, tremila anni-luce equivalgono esattamente a..... tremila anni terrestri! E non e' una coincidenza: un qualsiasi numero di anni luce equivale allo stesso numero di anni terrestri. (segue)

Lola e Carlotta, 11 anni, Roma
Come si forma il tronco degli alberi?

Risponde la biologa Daniela Bellincampi dell'Universita' Sapienza di Roma

Per tronco si intende il fusto legnoso di un albero che collega le radici alle foglie e si forma continuamente durante la crescita della pianta. La crescita del tronco avviene per formazione di strati concentrici (uno dentro l'altro) composti da vari tessuti vegetali e che si depositano ogni anno (segue)

Francesco, 14 anni, Monte Porzio Catone (Roma)
Perché quando si scatta una fotografia l'immagine rimane impressa?

Risponde Fabio Sciarrino, esperto di ottica quantistica dell'università Sapienza di Roma

Prima di considerare come una macchina fotografica riesce a congelare un'immagine, partiamo dalla visione umana. Il nostro occhio raccoglie la luce che ci circonda. La sua struttura si divide principalmente in quattro parti: palpebra, pupilla, cristallino e retina

Valeria, 12 anni, Roma
E' possibile vivere su Marte?

Risponde il planetologo Ettore Perozzi

Be', con qualche "aiutino" si! Nel senso che, così com'è, Marte non è molto ospitale ... fa freddo più che al nostro Polo Nord e l'aria è troppo "leggera" e piena di gas irrespirabili. Quindi viverci significherebbe rimanere chiusi in casa tutto il tempo - magari in case marziane dotate di ogni comfort, ma sempre dovendo mettersi delle tute spaziali anche solo per fare una passeggiatina all'aperto. (segue)

Lola e Carlotta, 10 anni, Roma
Come fanno gli specchi a riflettere le cose?

Risponde il fisico Eugenio Del Re, dell'università Sapienza di Roma

Quando vediamo un oggetto, come una mela, il nostro occhio raccoglie la luce che parte dalla mela e forma quello che noi percepiamo essere l’immagine della mela (segue)

Mattia e Sophie, 10 anni, Roma
Qual è il mammifero più piccolo del mondo?

Risponde lo zoologo Maurizio Casiraghi, presidente della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica - Università di Milano-Bicocca

Tra i mammiferi la battaglia sul ''più piccolo'' è aperta. Fino a non molto tempo fa il record spettava a un piccolo toporagno chiamato mustiolo etrusco (segue)

Valerio, 10 anni, Roma
E' possibile viaggiare nel tempo?

Risponde l’astrofisica Mariateresa Crosta,dell'osservatorio di Torino, Istituto Nazionale di Astrofisica

I viaggi nel tempo, contrariamente all'opinione comune, non sono proibiti dalle leggi fisiche e quindi non sono solo argomento da fantascienza (segue)

Mattia e Sophie, 10 anni, Roma
La Terra si può pesare?

Risponde Giuliana D'Addezio, geologa dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Si!
Quando pesiamo un corpo misuriamo la forza che la Terra esercita su quel corpo. Oppure la forza che il corpo esercita sulla Terra (segue)

Lola e Carlotta, 10 anni, Roma
Perché gli uomini sbadigliano?

Risponde Luigi De Gennaro, esperto di psicofisiologia del sonno dell'Università Sapienza di Roma

Sbadigliare è un comportamento filogeneticamente molto antico, ossia è presente sin dai primi passi dell’evoluzione della specie, e la sua funzione non è ancora molto chiara (segue)

Lara, 8 anni e mezzo, Roma, giornalista nell'erba
Non ho capito bene come funziona la mezza luna. Quella che vediamo noi nel nostro emisfero è la stessa mezza che vedono nell'altro?

Risponde l'astrofisico Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope

La Luna è un corpo celeste davvero affascinante. Di essa ci colpisce una curiosa circostanza: che dalla Terra ne scorgiamo, grosso modo, sempre la stessa metà

Marco, 12 anni, Roma
Come si diventa astronauti?

Risponde l'astronauta Luca Parmitano, dell'Agenzia Spaziale Europea

A tutti i ragazzi che vorrebbero diventare astronauti consiglio prima di tutto di essere bravi in tutto quello che sanno fare, qualsiasi cosa essa sia. Nel futuro delle missioni spaziali ci sono infatti moltissime possibilità, molte di più di quante se ne possano immaginare (segue all'interno)

Valerio, 10 anni, Roma
L'uomo potrà mai vivere su Marte?

Risponde il presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, Giovanni Bignami

Per poter vivere su Marte l'uomo dovrà lavorare un bel po'. L'ambiente marziano non è accogliente. Tanto per cominciare c'è pochissima atmosfera, e, quella poca che c'è, è composta da anidride carbonica. Poi manca il campo magnetico, che è un ingrediente molto importante per decidere dell'abitabilità di un pianeta (segue all'interno)