I tentacoli 'catapulta' della pianta carnivora

Scattano appena si posa un insetto e lo catturano

28 settembre, 11:40
I tentacoli a catapulta della piccola pianta carnivora australiana Drosera glanduligera (fonte: Poppinga et al., Plos One)
I tentacoli a catapulta della piccola pianta carnivora australiana Drosera glanduligera (fonte: Poppinga et al., Plos One)
Correlati

Video

Funzionano come delle vere e proprie 'mini-catapulte', i sottili tentacoli che la pianta carnivora australiana chiamata 'Drosera glanduligera' usa per catturare le sue prede.

Il sistema con cui la pianta carnivora blocca e ingurgita gli insetti è uno dei più veloci e spettacolari di tutto il regno vegetale. E' stato analizzato nei dettagli dai ricercatori tedeschi dell'universita' di Friburgo, lo descrivono nella rivista Plos One.

Il meccanismo con cui le prede finiscono in trappola sembra quasi la sceneggiatura di un film horror per insetti: quando la vittima si posa ignara sulla pianta, con il suo peso fa immediatamente scattare i tentacoli 'catapulta': viene così scaraventata su altri tentacoli ricoperti da una sostanza appiccicosa che funziona come una carta moschicida. Qui il povero insetto rimane bloccato e inizia la sua lenta discesa verso la vera trappola, fatta di foglie, dove verrà lentamente 'mangiato', digerito e assimilato dalla pianta.

I ricercatori pensano che i tentacoli a scatto servano ad aumentare le probabilità di catturare prede e, soprattutto, che aiutino la pianta ad intrappolare gli insetti più grossi, che altrimenti potrebbero avvalersi della loro forza per liberarsi dai tentacoli appiccicosi. Il 'lancio' della vittima verso la trappola di foglie potrebbe inoltre servire a facilitare la digestione e a prevenire il furto da parte di altri predatori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA