I tuoi articoli
Scrivi un articolo alla redazione
di Flavia Scerrato, liceo Kant, Roma
Rappresentazione grafica della placca adricana e di quella eurasiatica (fonte: INGV)
Terra in movimento

L’Italia è fra i Paesi del Mediterraneo più soggetti ai terremoti per la sua posizione geografica: si trova, infatti,tra la placca africana e quella eurasiatica e, trattandosi di grandi placche, è soggetta a forti spinte che ne determinano il movimento. (segue)

di Simona Iacovacci, Liceo Statale I. Kant classe 5CL, Roma
Non si possono prevedere i terremoti, ma si possono prevenire gli effetti
Un terremoto non può essere previsto, ma i suoi effetti possono essere limitati

Nonostante le strumentazioni all’avanguardia e le stazioni sismiche sui fondali marini, non è possibile prevedere con certezza dove e quando si verificherà una scossa, né tantomeno quale sarà la sua intensità (segue)

di Michele Tantalo, Pietro Governi, Greta Maestripieri, Istituto comprensivo "Dante Alighieri", Roma
Rappresentazione artistica di un asteroide (fonte: NASA/JPL-Caltech)
Gli asteroidi, un pericolo da non sottovalutare

Recentemente la Terra è stata sfiorata da un asteroide formato da 300 tonnellate di roccia. La distanza ridotta ha permesso di fotografarlo, provocando una grande sorpresa tra gli scienziati: il corpo celeste aveva infatti la forma di un teschio (segue)

di Cristina Panetta, Istituto comprensivo "Dante Alighieri", Roma
Ricostruzione artistica di un asteroide vicino alla Terra (fonte: NASA/JPL-Caltech)
Rischio asteroidi

Gli asteroidi sono piccoli corpi rocciosi o metallici, spesso di forma non sferica, che ruotano intorno al Sole (segue)

di Carlotta Guarnieri, Istituto comprensivo "Dante Alighieri", Roma
L'asteroide Apophis fotografato dal telescopio spaziale europeo Herschel (fonte: ESA)
Apophis non colpirà la Terra!

Apophis è stato l’asteroide che ha provocato nel dicembre 2004 un periodo di emergenza alla NASA per un grande rischio d’impatto con la Terra (segue)

di Riccardo Mancini, Istituto comprensivo 'Dante Alighieri', Roma
Sono 10.00 gli asteroidi finora osservati vicino alla Terra (fonte: NASA/JPL-Caltech)
Rischio asteroidi!

Ettore Perozzi, membro del Centro Di Coordinamento sul rischio Asteriodale,(ESA) ci ha spiegato che gli asteroidi possono avere forme e dimensioni molto diverse, con grandezze dai 5m ai 300km! (segue)

di Lorenzo Mainetti, Istituto comprendivo 'Dante Alighieri', Roma
L'asteroide Apophis (fonte: Osservatorio Astronomico Sormano)
L’asteroide Apophis

99942 Apophis è un asteroide appartenente ad un gruppo denominato “asteroidi Aten”. Aphopis ha un diametro di circa 320 metri e una massa di circa 460.000.000.000 chilogrammi, per cui un suo impatto sulla Terra equivarrebbe all’esplosione di 100.000 bombe atomiche (segue)

di Andrea Cicardo e Filippo Pegoraro, Istituto comprensivo "Dante Alighieri" di Roma
L'asteroide di Halloween (fonte: NASA)
Ad Halloween l'asteroide a forma di teschio

Il primo scherzetto della notte di Halloween è apparso in Italia alle ore 18:05 di sabato 31 ottobre. Si tratta dell’asteroide “2015 TB145“ che grazie al radio-telescopio di Goldstone (California, USA) ha mostrato il suo aspetto spettrale (segue)

di Monica Petrangeli e Danae Pandolfo, Istituto comprensivo 'Dante Alighieri', Roma
I Neoavenger vigilano contro i rischi di un impatto di asteroidi (fonte: ESA)
Neoavenger vs asteroidi

Gli asteroidi possono sfiorare la terra ogni giorno e noi nemmeno li vediamo a causa delle loro dimensioni ridotte e del momento in cui la sfiorano (segue)

di Chiara Guarnaschelli, istituto comprensivo 'Dante Alighieri', Roma
CAMPANELLO D'ALLARME I NUOVI DATI SU METEORITE CHELYABINSK
Il rischio asteroidi

Gli asteroidi sono rocce in continuo movimento nello spazio e che, a volte, possono incrociare la Terra causando problemi. Mentre un asteroide piccolo, cadendo sulla Terra, non farebbe gravi danni, un asteroide di dimensioni maggiori, invece, potrebbe causare effetti disastrosi. (segue)

di Viviana Rizzo ed Elisa Fuertes Ballester, 16 anni, liceo 'Vittoria Colonna'. Roma
La mappa 'vibrazionale' di una cellula (fonte: Valentina Mussi/Cnr)
Malattie tumorali: un passo in avanti?

Valentina Mussi, ricercatrice, esperta di eccitazioni molecolari, ci ha introdotto una tecnica molto particolare per analizzare oggetti: lo scattering Raman (segue)

di Matteo Fioravanti, 10 anni - Istituto comprensivo Francesco Cilea (Roma)
Pannelli fotovoltaici organici (fonte: Aromaticmoleculessmell)
I pannelli solari di nuova generazione

Amanda Generosi è una ricercatrice del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) che si occupa di studiare le materie per costruire i pannelli solari di nuova generazione (segue)

di Alessandra La Scala Arianna Podio Camilla Gonzales Mattia Albani Silvia Torella Simone Proietti Tommaso Mattioli-V G Primaria, Istituto Comprensivo Francesco Cilea
Arrivano i satelliti di terza generazione (fonte: Gian Luigi Liberti, università di Roma Tor Vergata)
Satelliti a volontà

Il 26 marzo alcuni alunni della quinta G dell’Istituto Comprensivo Francesco Cilea, accompagnati dai maestri Enrico Ranaldi e Stefania Pili, si sono recati presso l'Area di Ricerca C.N.R. (Consiglio Nazionale delle Ricerche) INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) di Roma Tor Vergata (segue)

di Giorgia Azzola, liceo 'Eugenio Montale', Roma
Andare nello Spazio è il sogno di tutti, quali sono però le conseguenze sull'uomo?
Andare nello Spazio è il sogno di tutti, quali sono però le conseguenze sull'uomo?

Il 23 Gennaio 2015 nella Biblioteca di Via G. Cardano è stato organizzato un incontro con l'astronauta italiano Paolo Nespoli, il quale ha spiegato a due classi del Liceo Classico Eugenio Montale quanto sia necessario per l'uomo scovare nuovi mondi, varcare gli orizzonti, spendere tempo e denaro per la ricerca (segue)

Giuditta, Lucia, Giorgio, Althea e Gabriele, 2F, scuola media Esopo, Roma
951 Gaspra, il primo asteroide ad essere stato fotografato in modo ravvicinato (fonte: NASA)
Gli asteroidi

Gli asteroidi sono dei corpi celesti simili a dei pianeti, ma più piccoli, che, in media, hanno un diametro di 1km (segue)

di B. Bernardini, C. De Carolis, P. Scordo, M. Fondacaro, D. Giangrande, 2F, scuola media 'Esopo', Roma
Rappresentazione artistica del passaggio di un asteroide vicino alla Terra
Gli asteroidi

Gli asteroidi sono dei corpi minori che ruotano nello spazio, deviati da i corpi celesti più grandi (nel caso del sistema solare: da Giove). Spesso gli asteroidi passano vicino alla Terra e, in alcuni casi, possono colpirla (segue)

di Chiara Pellegrini, liceo 'Eugenio Montale', Roma
Paolo Nespoli
Verso l’infinito e oltre

Venerdì 23 gennaio, a Roma, nella biblioteca di Via Gerolamo Cardano nella zona di viale Marconi, due classi del Liceo Eugenio Montale hanno avuto l’opportunità di ascoltare e intervistare l’astronauta italiano Paolo Nespoli (segue)

di Simona Letizia Basso,16 anni, Augusta (SR)
Letizia Basso, Beatrice Prato e Alessandro Gioia, selezionati tra i finalisti italiani nell’ambito delle manifestazione “I giovani e le scienze”
Misurare la bellezza … ora si può!

Interessante esperienza quella vissuta da Simona Letizia Basso, Beatrice Prato e Alessandro Gioia, selezionati tra i finalisti italiani nell’ambito delle manifestazione “I giovani e le scienze”, curata dalla FAST (Federazione delle Associazioni scientifiche e tecniche) (segue)

di Doriana e Gloria, 12 anni, Senigallia
La molecola di Dna
Con il DNA ...

In un incontro nella biblioteca di Senigallia un giornalista dell’ANSA ci ha fatto conoscere un fisico-matematico di nome Marco Lenci proveniente dall’ Università di Bologna. Il suo studio è concentrato sul moto dei sistemi dinamici ossia l’evoluzione dei corpi in movimento nel tempo. Ad esempio l’evoluzione dei corpi celesti e il movimento degli astri. (segue)

di Giulia Illiano, IV A, Liceo Classico' Eugenio Montale', Roma
Il tempo non scorre allo stesso modo per tutti
Il tempo non scorre allo stesso modo per tutti!

Alla domanda “Perché andiamo nello spazio?”, il grande astronauta italiano Paolo Nespoli ha risposto, in occasione di un incontro con alcune classi di vari licei di Roma, che per natura siamo spinti a ricercare situazioni diverse da quelle che conosciamo, da quelle terrestri: è parlando di ciò che si giunge all’affascinante concetto della dilatazione del tempo (segue)

Di Marianna Luongo, 18 anni, Pisa
Neuroni di un soggetto colpito da Corea di Huntington (fonte: Dr. Steven Finkbeiner, Gladstone Institute, Taube-Koret Center and the University of California San Francisco)
Un futuro di uomini maggiormente dotati

La malattia come processo di miglioramento umano? Sulla domanda si interroga anche Elena Cattaneo dell'Università di Milano, nell'ambito del congresso della federazione italiana 'Scienze della vita' (segue)

di Fabio Petrucci, classe 3°B, Istituto Tecnico Enrico Fermi
Dedicato alla radioastronomia il laboratorio di giornalismo scientifico organizzato presso il Planetario di Modena
Laboratorio di giornalismo scientifico

Alcune classi in occasione del progetto “Il mese della Scienza” si sono recate presso il Planetario Civico “F.Martino” di Modena per assistere alla presentazione di vari argomenti che vertevano sull’astronomia e la radioastronomia (segue)

di Davide Magri, III B, Itis Fermi, Modena
Rappresentazione artistica dei segnali rilevati per primo dal radiotelescopio australiano Parkes (fonte: Swinburne Astronomy Productions)
La radioastronomia

In questo periodo c’è il mese della scienza dove il comune organizza attività d’istruzione per i ragazzi. il tema è il cielo e lo spazio quindi l’astronomia. In data 22/10/14 alle ore 9:00 al planetario di Modena c’è stato il laboratorio-concorso di giornalismo scientifico (segue)

di Emanuele Alessi, III B , Itis Fermi, Modena
Il radiotelescopio di Medicina (fonte: INAF)
Il radiotelescopio e il suo campo di utilizzo

Nella giornata del 22 ottobre 2014, presso il planetario comunale di Modena, la classe 3°B dell'istituto Enrico Fermi è stata convocata per presenziare ad una conferenza con la giornalista dell'ANSA, Enrica, e con la scienziata, Laura (segue)

di Alessandro Stefani, III B, Itis Fermi, Modena
In Sardegna il radiotelescopio pùi grande d'Europa
Il futuro della radioastronomia è tutto italiano

Proprio qui, nel paese dell'arte, del cibo e dell'opera, esistono realtà scientifiche ben radicate, una di queste è occupata dalla radioastronomia, ovvero lo studio di fenomeni celesti attraverso la misura delle onde radio che trasmettono (segue)

di Riccardo Agazzotti, III B, Itis 'E. Fermi', Modena
Rappresentazione artistica di un buco nero (fonte: ESA/NASA)
I buchi neri

Viene definito buco nero una regione dello spazio caratterizzata dalla gravità infinita in quanto nulla al suo interno può uscirne (segue)

di Simone Morisi, III B, Itis 'E. Fermi, Modena
La macchia solare AR2192 (fonte: Alessandro Bianconi, Dolianova, CA)
La magia delle stelle

La Radioastronomia è lo studio dei corpi celesti e dei fenomeni galattici attraverso le onde radio (segue)

di Riccardo Bevini, III B Itis 'E. Fermi', Modena
La radioastronomia, una scienza nuova e affascinante (fonte: NASA)
La radioastronomia e le sue sfumature

Una scienza piuttosto nuova e sconosciuta ma ricca di elementi utilizzati quotidianamente in campo scientifico (segue)

di Luca Gobbato, 16 anni, Modena
Il radiotelescopio Croce del Nord (fonte: Media INAF)
I cinquant’anni della Croce del Nord e la radioastronomia

Poco più di un mese fa, il 4 Ottobre 2014, il famoso radiotelescopio Croce del Nord ha compiuto 50 anni. Questo strumento ha rappresentato la nascita della radioastronomia italiana e ha contribuito al progresso delle conoscenze sull’universo (segue)

Di Sara Corti, 18 anni, Pisa
Un distributore di bio etanolo (fonte: Adrian Michael)
Automobili ad alto tasso alcolemico

La fermentazione alcolica degli scarti di biomassa potrebbe porre fine all'era del petrolio in un prossimo futuro. (segue)

di Alessia Bellezza, Ludovica Palumbo, Sabrina Potenza e Annachiara Trombetta, 18 anni di Potenza
Un grappolo d'uva (fonte: eflon)
L'anigo...progresso della scienza

Lucia Chiummiento, chimico organico e ricercatrice dell’Università degli Studi di Basilicata della città di Potenza, in collaborazione con l’Università di Strasburgo, è riuscita a sintetizzare per la prima volta al mondo una particolare molecola di origine naturale (segue)

di Gloria Guarnera, 10 anni, di Roma
Sezione di tessuto di mollusco visto al microscopio ottico (fonte: CNR)
Studio sui molluschi, presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche

Marco Girasole, ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha concentrato i suoi studi su biosistemi, cioè su insiemi di organismi viventi, ed in particolare su alcune famiglie di molluschi, in relazione alle sostanze inquinanti presenti nel loro ambiente. (segue)

di Giorgia Mollicone, 10 anni, di Frascati
 Il Rouv esegue test nella vasca (fonte: Claudia Ceccarelli)
Così ascolteremo la voce del mare

Dal Consiglio Nazionale delle Ricerche arriva il primo sottomarino per ascoltare i mammiferi marini: si tratta del Rouv (dall'inglese remotely operated underwater vehicle – veicolo subacqueo comandato a distanza). (segue)

di Ludovica Marcucci, 10 anni di Roma
Vivere 200 anni con i Globuli Rossi sempre giovani (fonte: Marco Girasole)
Vivere 200 anni con i Globuli Rossi sempre giovani

Lunedì 14 aprile 2014 abbiamo avuto occasione di intervistare Marco Girasole, ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricercche (Cnr). E' capo di un progetto molto ambizioso: far vivere l'uomo fino a 200 anni! (segue)

di Iacopo Brunialti, 10 anni, di Roma
 Sezione di tessuto di mollusco vista al microscopio ottico (fonte: Marco Girasole)
I bioaccumulatori

Un problema oggi molto discusso è quello dell’inquinamento del nostro pianeta. In particolare l’inquinamento delle acque del mare è spesso trascurato, dato che l’uomo vive sulla terra. Alcuni studiosi stanno cercando di misurare l’inquinamento del mare e di trovare un modo per fermarlo. (segue)

di Edoardo Di Franco, 11 anni, Frascati - Giornalisti nell'Erba
Visita alla torre di controllo dell'Aeroporto di Fiumicino durate l'ANSA Scienza Lab organizzato con ENAV e Giornalisti nell'Erba (fonte: Edoardo Di Franco)
Tecnologie all'avanguardia nella torre di controllo di Fiumicino

Il responsabile del Centro SAAV (Sistema Aeroportuale di Assistenza al Volo) dell’aeroporto di Fiumicino, Marco Voli, è stato intervistato da noi Giornalisti Nell’Erba sul lavoro che si svolge quotidianamente alla Torre di Controllo (segue)

di Edoardo Di Franco, 11 anni, Frascati - Giornalisti nell'Erba
Visita alla torre di controllo dell'Aeroporto di Fiumicino durate l'ANSA Scienza Lab organizzato con ENAV e Giornalisti nell'Erba (fonte: Edoardo Di Franco)
Tecnologie all'avanguardia nella torre di controllo di Fiumicino

Il responsabile del Centro SAAV (Sistema Aeroportuale di Assistenza al Volo) dell’aeroporto di Fiumicino, Marco Voli, è stato intervistato da noi Giornalisti Nell’Erba sul lavoro che si svolge quotidianamente alla Torre di Controllo (segue)

di Noemi Cusimano, 11 anni, Frascati (Roma) - Giornalisti nell'Erba
L'ANSA Scienza Lab organizzato con i Giornalisti nell'Erba nell'aeroporto di Fiumicino (fonte: Noemi Cusimano)
Per volare tranquilli anche senza ali

Immaginate di trovarvi in cielo, a bordo di un aereo e ad un certo punto sentirvi dire di mantenere la calma per qualche causa che neanche sapete. Poi sentirvi dire che si è risolto tutto e che, con qualche deviazione, vi possiate rimettere in rotta... (segue)

di Noemi Cusimano, 11 anni, Frascati (Roma) - Giornalisti nell'Erba
L'ANSA Scienza Lab organizzato con i Giornalisti nell'Erba nell'aeroporto di Fiumicino (fonte: Noemi Cusimano)
Per volare tranquilli anche senza ali

Immaginate di trovarvi in cielo, a bordo di un aereo e ad un certo punto sentirvi dire di mantenere la calma per qualche causa che neanche sapete. Poi sentirvi dire che si è risolto tutto e che, con qualche deviazione, vi possiate rimettere in rotta... (segue)

di Eric Barbizzi, 9 anni, Responsabile Esteri Giornalisti Nell’Erba
I ragazzi dei Giornalisti nell'Erba all'agenzia ANSA con l'astronauta Luca Parmitano e il direttore dell'ANSA, Luigi Contu (fonte: Eric Barbizzi)
Incontro ravvicinato con un ISSiano

Ieri, 25 febbraio 2014, insieme ad altri otto giornalisti nell'Erba, sono stato invitato alla sede dell'ANSA a Roma per incontrare Luca Parmitano, il famoso astronauta italiano che è tornato novembre scorso dall'ISS (segue)

di Eric Barbizzi, 9 anni, Responsabile Esteri Giornalisti Nell’Erba
I ragazzi dei Giornalisti nell'Erba all'agenzia ANSA con l'astronauta Luca Parmitano e il direttore dell'ANSA, Luigi Contu (fonte: Eric Barbizzi)
Incontro ravvicinato con un ISSiano

Ieri, 25 febbraio 2014, insieme ad altri otto giornalisti nell'Erba, sono stato invitato alla sede dell'ANSA a Roma per incontrare Luca Parmitano, il famoso astronauta italiano che è tornato novembre scorso dall'ISS (segue)

di Federica Sacco, 13 anni, Pisa
 Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Il pomodoro nero,che innovazione!

Al laboratorio “PlantLab” dell’istituto San’Anna di Pisa si effettuano ricerche sulla fisiologia e la biologia vegetale delle piante. Nell’ intervista alla ricercatrice Silvia Gonzali abbiamo approfondito e svelato tutte le curiosità sul “pomodoro nero”. (segue)

di Federica Sacco, 13 anni, Pisa
 Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Il pomodoro nero,che innovazione!

Al laboratorio “PlantLab” dell’istituto San’Anna di Pisa si effettuano ricerche sulla fisiologia e la biologia vegetale delle piante. Nell’ intervista alla ricercatrice Silvia Gonzali abbiamo approfondito e svelato tutte le curiosità sul “pomodoro nero”. (segue)

di Nicola Miele, 18 anni, Potenza
L'uva nera è ricca di resveratrolo
Passo in avanti nella sintesi molecolare

Un gruppo di ricercatori dell’Università della Basilicata, coordinato dalla dottoressa Lucia Chiummiento ed in collaborazione con l’Università di Strasburgo, ha sintetizzato per la prima volta al mondo la molecola di anigopreissina A, membro della famiglia dei polifenoli (segue)

di Nicola Miele, 18 anni, Potenza
L'uva nera è ricca di resveratrolo
Passo in avanti nella sintesi molecolare

Un gruppo di ricercatori dell’Università della Basilicata, coordinato dalla dottoressa Lucia Chiummiento ed in collaborazione con l’Università di Strasburgo, ha sintetizzato per la prima volta al mondo la molecola di anigopreissina A, membro della famiglia dei polifenoli (segue)

di Leonardo Dell’Aiuto e Francesco Vassallo, 13 anni, Pisa
Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Sunblack, il pomodoro del futuro

Nell’ambito dell’Internet Festival di Pisa, all’interno del laboratorio “Web science journalism”, abbiamo incontrato la dottoressa Silvia Gonzali, ricercatrice di biologia vegetale al “Plantlab” dell’Istituto Superiore Sant’Anna di Pisa, che ci ha illustrato le recenti ricerche sul pomodoro (segue)

di Leonardo Dell’Aiuto e Francesco Vassallo, 13 anni, Pisa
Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Sunblack, il pomodoro del futuro

Nell’ambito dell’Internet Festival di Pisa, all’interno del laboratorio “Web science journalism”, abbiamo incontrato la dottoressa Silvia Gonzali, ricercatrice di biologia vegetale al “Plantlab” dell’Istituto Superiore Sant’Anna di Pisa, che ci ha illustrato le recenti ricerche sul pomodoro (segue)

di Maddalena Eufemia, 18 anni, Potenza
Il resveratrolo è molto diffuso sulla buccia degli acini d’uva nera
Resveratrolo sì, resveratrolo no?

Il resveratrolo, polifenolo molto diffuso sulla buccia degli acini d’uva nera, potrebbe diventare il prinicipio base per un nuovo farmaco (segue)

di Maddalena Eufemia, 18 anni, Potenza
Il resveratrolo è molto diffuso sulla buccia degli acini d’uva nera
Resveratrolo sì, resveratrolo no?

Il resveratrolo, polifenolo molto diffuso sulla buccia degli acini d’uva nera, potrebbe diventare il prinicipio base per un nuovo farmaco (segue)

di Luigi Zia, 16 anni, Roma - Giornalisti nell'Erba
E' possibile immagazzinare i dati nel Dna (fonte: Norbert von der Groeben, università di Stanford)
Mi passi il fungo? Devo fare quattro calcoli!

''Mamma! Mamma! Ti prego, non spegnere il BI-FI!''. Nessun errore, è tutto vero: fra qualche decennio infatti non penseremo più che questa frase sia stata gridata da un bambino con evidenti carenze nell’ambito della terminologia informatica (segue)

di Luigi Zia, 16 anni, Roma - Giornalisti nell'Erba
E' possibile immagazzinare i dati nel Dna (fonte: Norbert von der Groeben, università di Stanford)
Mi passi il fungo? Devo fare quattro calcoli!

''Mamma! Mamma! Ti prego, non spegnere il BI-FI!''. Nessun errore, è tutto vero: fra qualche decennio infatti non penseremo più che questa frase sia stata gridata da un bambino con evidenti carenze nell’ambito della terminologia informatica (segue)

di Giulia Falleni, 13 anni, Pisa
Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
A scuola di 'pomodoro nero'

La classe 3D della scuola secondaria di primo grado “Renato Fucini” di Pisa ha partecipato al laboratorio “Web science journalist”, tenuto all’interno dell’Internet Festival 2013 (segue)

di Giulia Falleni, 13 anni, Pisa
Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
A scuola di 'pomodoro nero'

La classe 3D della scuola secondaria di primo grado “Renato Fucini” di Pisa ha partecipato al laboratorio “Web science journalist”, tenuto all’interno dell’Internet Festival 2013 (segue)

Daria Pasqualetti, 9 anni , PIsa
Un esempio della palestra Care Toy (fonte: http://www.caretoy.eu)
Care Toy, giocattoli per aiutare i bambini

Dal 4 novembre il progetto Care Toy, finanziato dalla comunità europea, comincerà la sprimentazione di 6 palestrine sensorizzate, 3 in Italia e 3 in Danimarca, per la diagnosi di malattie del cervello, come ad esempio l'emiplegia, nei neonati (segue)

Daria Pasqualetti, 9 anni , PIsa
Un esempio della palestra Care Toy (fonte: http://www.caretoy.eu)
Care Toy, giocattoli per aiutare i bambini

Dal 4 novembre il progetto Care Toy, finanziato dalla comunità europea, comincerà la sprimentazione di 6 palestrine sensorizzate, 3 in Italia e 3 in Danimarca, per la diagnosi di malattie del cervello, come ad esempio l'emiplegia, nei neonati (segue)

di Noemi Cascino, Aurora Gallo e Alice Moro, 13 anni, Pisa
Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Pomodori neri per mantenerci in forma

Al laboratorio “Web science juornalist”, presso l’Internet Festival di Pisa, abbiamo incontrato la dottoressa Silvia Gonzali, ricercatrice dell'Istituto Superiore Sant'Anna. (segue).

di Noemi Cascino, Aurora Gallo e Alice Moro, 13 anni, Pisa
Il pomodoro nero (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Pomodori neri per mantenerci in forma

Al laboratorio “Web science juornalist”, presso l’Internet Festival di Pisa, abbiamo incontrato la dottoressa Silvia Gonzali, ricercatrice dell'Istituto Superiore Sant'Anna. (segue).

di Alice Gorek e Edoardo Alderigi, 9 anni, di Cascina (Pisa)
La mini-palestra per i bambini da 3 a 6 mesi (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Le mini palestre che aiutano la medicina

Francesca Cecchi lavora nella Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, é un ingegnere bio-medico e con i suoi colleghi stanno progettando delle palestrine per misurare la forza e la pressione di un bambino tra i 3 ai 6 mesi di vita (segue)

di Alice Gorek e Edoardo Alderigi, 9 anni, di Cascina (Pisa)
La mini-palestra per i bambini da 3 a 6 mesi (fonte: Scuola Superiore Sant'Anna)
Le mini palestre che aiutano la medicina

Francesca Cecchi lavora nella Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, é un ingegnere bio-medico e con i suoi colleghi stanno progettando delle palestrine per misurare la forza e la pressione di un bambino tra i 3 ai 6 mesi di vita (segue)

di Bianca Attiani, 14 anni, di Colonna – Rm - Giornalisti nell’erba
Le rovine del teatro romano a Tuscolo (fonte: Renato Clementi)
Indiana Jones a braccetto con gli astronauti

Archeologia e ricerca spaziale, scavi e satelliti. Gli "Indiana Jones" della Scuola Spagnola di Storia e Archeologia impegnati da anni sui reperti e la ricostruzione storica dell'antica Tuscolo vanno ora a braccetto con la scienza planetaria e quella spaziale

di Bianca Attiani, 14 anni, di Colonna – Rm - Giornalisti nell’erba
Le rovine del teatro romano a Tuscolo (fonte: Renato Clementi)
Indiana Jones a braccetto con gli astronauti

Archeologia e ricerca spaziale, scavi e satelliti. Gli "Indiana Jones" della Scuola Spagnola di Storia e Archeologia impegnati da anni sui reperti e la ricostruzione storica dell'antica Tuscolo vanno ora a braccetto con la scienza planetaria e quella spaziale

dei ragazzi della V primaria Bracciolini di Strada in Chianti - Giornalisti nell'erba
La filiera corta (fonte: i ragazzi della V primaria Bracciolini di Strada in Chianti - Giornalisti nell'erba)
La filiera corta

Bisogna cercare di diminuire i tanti passaggi che il cibo fa prima di arrivare sulla nostra tavola. Immaginiamo di legare un filo alla zampa di una mucca e immaginiamo all'altro capo tutti i prodotti provenienti da quella mucca (latte, formaggi, carne ecc). (segue)

di Paola, 11 anni, di Palermo - Giornalisti nell'erba
Un'eco-invenzione imita le foglie (fonte: Lara, 9 anni, Roma - Giornalisti nell'erba)
Riscaldamento a foglia

Questa eco-invenzione è stata definita da alcuni studiosi "Il Santo Graal della Scienza''. Si tratta di una foglia artificiale che riuscirebbe, senza nessun altro aiuto, a riscaldare un intero appartamento. (segue).

di Paola, 11 anni, di Palermo - Giornalisti nell'erba
Un'eco-invenzione imita le foglie (fonte: Lara, 9 anni, Roma - Giornalisti nell'erba)
Riscaldamento a foglia

Questa eco-invenzione è stata definita da alcuni studiosi "Il Santo Graal della Scienza''. Si tratta di una foglia artificiale che riuscirebbe, senza nessun altro aiuto, a riscaldare un intero appartamento. (segue).

di Rachele Ferretti, 11 anni, Bologna - Giornalisti nell'Erba
Il grande 'orecchio' che ascolta la natura disegnato da Rachele (fonte: Rachele Ferretti)
Orecchio alla natura

Il parco nazionale di Biesbosch è uno dei parchi naturali più importanti d’Olanda, migliaia di ettari di terre palustri, ricche di specie animali e vegetali uniche. Negli ultimi decenni il governo olandese ha deciso di preservare in modo più attento, il suo equilibrio naturale, offrendo però alla gente l’opportunità di vivere in maniera concreta la bellezza della natura. (segue).

Di Marco Santoro, liceo Boselli di Savona
Rappresentazione artistica della missione Lcross (fonte: NASA)
C’è acqua sulla Luna?

Il Lunar Crater Observation and Sending Satellite (Lcross) è stato lanciato nel 2009 insieme al Lro, Lunar Reconnaince Orbiter, dal centro spaziale Kennedy per scoprire se c’era acqua sulla Luna. La notizia è stata confermata dal responsabile della missione Lcross, dicendo che ce n’era in abbondanza. (segue)

di Claudia Cusimano , 11 anni, Palermo
Accelera lo scioglimento dei ghiacci in Antartide e nell'Artico
I livelli dei mari vanno aumentando?

Dal mare non arrivano belle notizie. Secondo l’ultimo studio dei glaciologi dell’Università di Bristol, lo scioglimento dei ghiacciai in Antartide e Groenlandia potrebbe spingere verso l’alto il livello del mare nel mondo più di 3 metri entro la fine di questo secolo

di Eric Barbizzi, 8 anni, Ascoli Piceno
Il dispositivo anti-sprechi che funziona in modo simile alle branchie (fonte: Biomimicry 3.8 Institute)
Efficienza idrica grazie alle branchie

Durante il trasporto nelle condutture di distribuzione si spreca acqua e energia perché entrando aria nei tubi è richiesto il 20% di energia in più in quanto è necessaria più pressione per spostare la stessa quantità d'acqua: alla fine i tubi si danneggiano e si creano delle perdite.
Strano ma vero, le branchie del pesce racchiudono la chiave per risolvere il problema (segue)