Lirico Cagliari torna a Ny con La Fanciulla del West

Co-produzione italiana e Usa apre stagione New York City Opera

Redazione ANSA

(di Gina Di Meo)

NEW YORK - Con un ponte gia' consolidatosi in due diverse occasioni, il Teatro Lirico di Cagliari torna a New York con un'opera che rappresenta la combinazione perfetta di due mondi. Domani sera il sipario si alza infatti su 'La Fanciulla del West' di Giacomo Puccini, capolavoro non tra i più conosciuti del compositore italiano scelto dal New York City Opera per aprire la sua stagione lirica. Si tratta di una co-produzione internazionale con il Teatro Lirico di Cagliari, Teatro del Giglio di Lucca, l'Opera Carolina che ha già avuto il suo debutto americano la scorsa primavera all'Opera Carolina di Charlotte in nord Carolina.

Con Puccini il Lirico di Cagliari aggiunge un ulteriore tassello al suo progetto di internazionalizzazione realizzato e promosso in collaborazione con l'Unione Europea, il governo italiano e la Regione Sardegna, e con l'obiettivo principale di stabilire relazioni artistiche e di co-produzione tra Italia e Usa attraverso il lavoro comune delle grandi istituzioni musicali.

'La Fanciulla del West' è la sintesi di due mondi perché Puccini fu ispirato da un dramma americano, 'The Girl of the Golden West', di David Belasco, mentre appunto musica e composizione sono italiane. "Due teatri italiani, Lucca e Cagliari, che sperimentano una co-produzione con due teatri americani - ha spiegato all'ANSA Claudio Orazi, sovrintendente del Lirico di Cagliari -. Un'esperienza unica dedicata ad una delle opere piu' straordinarie di Puccini con intrinseco carattere sperimentale".

Il bis del teatro sardo a New York arriva dopo la rappresentazione la scorsa primavera sempre alla New York City Opera de 'La campana sommersa' di Ottorino Respighi e che per l'istituzione newyorkese, risorta dalle sue ceneri nel 2016 dopo aver dichiarato bancarotta nel 2013, ha rappresentato la sua rinascita definitiva. 'La fanciulla del West' rimarrà in calendario a New York per un totale di quattro date al Rose Theater del Jazz al Lincoln Center, mentre tra Italia e Stati Uniti l'opera sarà rappresentata per un totale di trenta date. L'ultima volta che e' stata rappresentata a nella Grande Mela risale alla stagione 2010-11 quando il Metropolitan Opera la ripropose in occasione del 100mo anniversario dalla sua composizione. Non a caso, fu proprio il Met nel 1910 a ospitare l'anteprima mondiale della produzione.

E dopo Puccini, il Lirico di Cagliari intende rafforzare ancora di più le fondamenta del ponte Italia-Usa sperando mettere a frutto una collaborazione con la Columbia University per il ritorno a New York de 'L'Ape Musicale' di Lorenzo Da Ponte. "Da Ponte - continua all'ANSA Orazi - e' uno dei padri della cultura italiana nel mondo, a lui, nel 1825 fu assegnata la prima cattedra di Letteratura Italiana in un'università americana, l'allora Columbia Collage. L'ape musicale, La Fanciulla del West e La campana sommersa costituiscono quindi le tre ideali campate di questo grande ponte gettato tra Italia e Stati Uniti circa due secoli fa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in