Lirico Cagliari a Charlotte con Puccini, bissa successo Ny

Orazi, può avviare lunga serie collaborazioni internazionali

di Valeria Robecco

NEW YORK - Un altro trionfo per il Teatro Lirico di Cagliari negli Stati Uniti. Dopo il Lincoln Center di New York, dove a distanza di 90 anni dall'ultima apparizione ha riportato sul palcoscenico La Campana Sommersa di Ottorino Respighi, il Lirico di Cagliari ha conquistato il pubblico dell'Opera Carolina di Charlotte, in Nord Carolina, dove è in scena La Fanciulla del West di Giacomo Puccini. "Lo spettacolo è stato un grande successo ed è stata molto apprezzata la bellezza dei costumi che hanno rappresentato il contributo dei teatri italiani a questa coproduzione", ha detto all'ANSA il sovrintendente, Claudio Orazi. L'opera in tre atti, su libretto di Guelfo Civinini e Carlo Zangarini, dal dramma The Girl of Golden West di David Belasco, ha debuttato a Charlotte il 23 aprile e va in scena anche il 27 e 29 aprile. Regia, scene e costumi sono di Ivan Stefanutti, il direttore è James Meena, con orchestra e coro dell'Opera Carolina, mentre i personaggi principali sono Kristin Sampson (Minnie), Marcello Giordani (Dick Johnson), e Aleksey Bogdanov (Jack Rance). "James Meena, che ha diretto l'opera, ha mostrato la più viva soddisfazione e ha formulato l'auspicio di ulteriori collaborazioni - ha sottolineato Orazi - Ciò conferma che questa esperienza può essere l'avvio di una lunga serie di cooperazioni internazionali". Il sovrintendente ha poi spiegato che "con la nuova coproduzione internazionale dell'opera di Puccini tra due grandi istituzioni musicali americane, l'Opera Carolina e la New York City Opera, e due importanti teatri italiani, come il Teatro Lirico di Cagliari e il Teatro del Giglio di Lucca, città natale del grande compositore, si compie il secondo atto di un progetto trilogico tra i due Paesi". "Era molto importante unire da una parte due enti italiani come il Teatro Lirico di Cagliari e il nostro teatro lucchese con due importanti teatri americani - ha detto da parte sua il direttore artistico del Teatro del Giglio di Lucca, Aldo Tarabella - Le scelte artistiche di questa produzione sono state frutto di un lavoro comune tra le direzioni e tutto questo risulta, dopo il successo a Charlotte, un'esperienza unica e preziosa nel panorama della produzione dell'opera lirica nel mondo". "Il terzo passaggio di questo progetto - ha poi aggiunto Orazi - vedrà protagonista il Lirico di Cagliari, che l'estate prossima produrrà nei siti archeologici e di rilevante interesse storico-artistico della regione Sardegna una nuova produzione de L'ape musicale di Lorenzo Da Ponte". Opera con la quale in una quarta edizione dedicata agli Usa e alla città di New York, nel 1830 il grande librettista e compositore italiano "fece conoscere al pubblico americano la consistenza, la bellezza la grandezza dell'opera lirica europea". Quindi, a settembre, l'appuntamento sarà di nuovo negli Usa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in